2003

Quarant'anni di premi della Fiera del Libro per Ragazzi in Biblioteca Salaborsa Ragazzi

Giuria
Presidente
: Antonio Faeti - Italy, professore di Letteratura per l’infanzia
Giurati:
Eric Baker - Usa, grafico
Barbara Scharioth - Germany, direttore della Internazionale Jugendbibliothek di Monaco


Fiction

› vincitore

Raymond Queneau (text)

Exercises de style
Paris, Gallimard Jeunesse, 2002
(France)

cover: exercices_de_style.jpg
Un libro insolito, forse davvero unico, che la Giuria del Premio BolognaRagazzi Award è onorata di premiare. Come raramente accade, qui la dimensione illustrativa si collega strettamente ai testi, però stabilisce anche un colloquio in cui dal testo alle immagini si interagisce continuamente, dando luogo, in realtà, sempre a nuovi libri, a nuove dimensioni narrative, a nuove invenzioni. In questa esplosione di creatività tipografica, il genio di Queneau, e quello di suoi famosi interlocutori, come Perec e Calvino, acquista una splendida risonanza didattica e può attrarre anche i giovanissimi nei meandri di questo strepitoso labirinto dell’intelligenza.

› menzioni

J. Patrick Lewis (text)
Roberto Innocenti
(illus.)

The last resort
Mankato, Creative Editions, 2002
(Usa)

cover: the_last_respor.jpg
Sogno, racconto, fantasia, stupore, culto del narrare attraverso le immagini si condensano nelle pagine di questo libro. Si delinea così un itinerario narrativo in cui i generi letterari, gli ambiti del fantastico, le diramazioni dello stile vengono via via accarezzati da figure e da parole. L’esito finale si configura come un trionfo del piacere di leggere, qui sollecitato dalla perfetta fusione di immagini e di parole. Si ritrovano personaggi, si rivedono protagonisti dell’immaginario e, grazie allo stile di Innocenti, anche i sogni sembrano veri, in un tributo reso a tanti emblemi della invenzione letteraria, qui ritrovati e riconosciuti, in un percorso sapiente e affettuoso.

Non Fiction

› vincitore

Dominique Gaussen

Jean Moulin & ceux qui ont dit non
Paris, Mango, 2002
(France)

cover: jean_moulin.jpg
Il libro di Dominique Gaussen e Alain Mounier compie un raffinato esercizio grafico, accostando fra loro molti linguaggi e collegando scoperte, virtuosismi, finezze in una dimensione coerente, al fine di contribuire a realizzare una coraggiosa didattica della storia. Non solo i moduli espressivi sono di grande livello, in questo libro elegante e coraggioso, ma anche i terribili avvenimenti raccontati sono scelti per illuminare un periodo oscuro, discusso, poco trattato. Il libro rende omaggio a chi lottò per la dignità umana mentre essa sembrava perduta e porta nel nostro presente una delle più tristi ombre della storia.

› menzioni

Sara Fanelli

Mythological monsters of Ancient Greece

London-Boston-Sydney, Walker Books, 2002
(United Kingdom-Usa-Australia)

cover: mythological_monsters.jpg
Il libro di Sara Fanelli intende raccontare anche a bambini molto piccoli una speciale teratologia in cui i mostri sono collocati nel Mito Greco. Creature ostili, ma rese con grafica finezza, compongono così un orizzonte del fantastico che diventa, soprattutto, una grande e affascinante avventura compiuta nella Diversità. Così la sapienza del Mito, indispensabile per l’identificazione delle nostre radici profonde, offre motivi di creativo divertimento, e fa intendere che questi Mostri eleganti non sono esclusi, non sono propriamente dei “diversi” perché essi fanno parte di noi, è bello conoscerli, scoprirli, godere della loro presenza nel sogno. È una teratologia pervasa di toni umoristici, perché si tratta di mostri anche destinati al gioco, al piacere.

Nuovi orizzonti

› vincitore

Hossein Moalem, Barham Kaef, Kourosh Parsanejad

Hekayatnameh
[Aneddoti]
Tehran, Institute for the Intellectual Development of Children & Young Adults, 2003
(Iran)

cover: theanectodes.jpg
É un libro che si pone quasi in bilico tra due momenti culturali. Infatti si collega a una antica tradizione da cui fa scaturire una speciale eleganza, ben visibile nella struttura, nel tipo di carta usata e nell’impaginazione. Le tavole sono invece interamente inserite nel contesto della illustrazione più attuale e alludono ai moduli espressivi e stilistici reperibili entro la dimensione della modernità. Nel complesso il libro esalta più linguaggi e raccoglie, in una elegante dimensione complessiva, davvero nuovi orizzonti in grado di sollecitare attenzione e partecipazione.

› menzioni

Denys Johnson-Davies (text)
Walid Taher (illus.)

Tales of thieves and robbers: stories from arabic literature
Al-Qahirah, Sunflower Books, c2002
(Egypt)
(Dar El-Shorouk Publishing House, Egypt)

cover: tales_thieves_and_robbers.jpg
È un volume che ripropone interamente il fascino delle “notti arabe” e della loro specifica iconografia tanto cara a generazioni di lettori occidentali. Qui però si assiste ad una felice riappropriazione, dove i tipi, i caratteri, gli atteggiamenti, le espressioni derivano da una più diretta conoscenza di elementi visivi scaturiti da una specifica tradizione. Volti, abbigliamenti, sorrisi, costumi non sono più ricavati da un esotismo sempre abitualmente esibito, ma possiedono una verità briosa, una fiabesca capacità di attrazione.

Link: