La biblioteca è aperta. Chiude alle 19:00. Leggi tutti gli orari.
Un mondo a fumetti

Betty Boop

Nasce nel: 1932
dalla matita di: Fratelli Fleischer
dalla penna di: Fratelli Fleischer
sulle pagine di: King Features Syndicate. "strisce domenicali" 1934

Betty Boop viene creata nel 1931 da Max Fleischer, uno dei padri del disegno animato. Donnina provocante e maliziosa, dal corpo esuberante e la boccuccia a cuore, scollature profonde, abiti aderenti e cortissimi. Nel 1934 arriva la pubblicazione a fumetti disegnata da Bud Counihan (appartenente allo studio Fleischer’s) sulle strisce domenicali dei quotidiani pubblicate dal King Features Syndacate. Il successo anche sulla carta stampata è assicurato da un nutrito pubblico di uomini. La serie a fumetti viene ritirata lo stesso anno in cui anche la produzione animata cessa (per cui era nata), in seguito alle pressioni moralistiche e puritane che avevano preso di mira per la sua amoralità. Nonostante abbia "vissuto" così poco, Betty Boop entra per sempre nella storia del fumetto e del disegno animato come massima icona della vamp sexy degli anni ruggenti. Nonostante la sua prematura scomparsa, la prova del mito consolidato è la sua apparizione nel film di Robert Zemeckis “Chi ha incastrato Roger Rabbit” del 1988.