La biblioteca oggi apre alle 14:00 e chiude alle 19:00. Leggi tutti gli orari.
immagine di La via dell'ombra

La via dell'ombra

"Quattro quindi le stragi legate in quel decennio a Bologna, diverse fra loro per contesto, matrice, modalità di esecuzione ma accomunate dall’essere legate alla città: l’Italicus e il Rapido 904, pur avvenute a San Benedetto val di Sambro, hanno visto coinvolti i soccorritori, gli ospedali, l’amministrazione e i cittadini bolognesi; il Dc 9 abbattuto sui cieli di Ustica era partito da Bologna e a Bologna venne fondata l’associazione dei famigliari delle vittime, in città vi è il museo della memoria e vi si svolgono le commemorazioni ed infine la strage alla stazione, quella che viene ora definita come strage di Bologna, che ha, naturalmente, coinvolto in modo massiccio la città."

da: Cinzia Venturoli, "Bologna sa stare in piedi per quanto colpita". Le reazioni della città di Bologna alle stragi nel decennio 1974/1984 in "Storia e futuro. Rivista di storia e storiografia online", 49 (2019)

Bologna è stata uno dei principali teatri della strategia della tensione ed è stata direttamente coinvolta in quattro drammatiche stragi, avvenute in un solo decennio: quelle sui treni (Italicus nel 1974 e Rapido 904 nel 1984), la strage alla stazione e la strage di Ustica, entrambe nel 1980.

Nonostante le singole specificità, questi eventi sono accomunati dalla determinazione a conoscere la verità e ad avere giustizia da parte di chi ha perduto i propri cari e da parte di tanti cittadini che li considerano un attacco alla democrazia e alla libertà.

Questa bibliografia di libri e multimediali disponibili in Salaborsa è un piccolo contributo per tenere viva la memoria.

Un omaggio alle vittime, ai sopravvissuti, ai familiari, alla reazione della città.