La biblioteca è chiusa. Riapre lunedì alle 14:30. Leggi tutti gli orari.

Il western è Tex

Da quando è stato creato, nel lontano 1948, dalla penna di Gianluigi Bonelli, Tex ha saputo attraversare le crisi del genere western e in alcuni casi la sua apparente fine. La ricetta della sua longevità è stata fornita più volte da tanti autorevoli firme, prima fra tutte quella del compianto Sergio Bonelli. In una delle innumerevoli interviste da lui rilasciate, egli ribadiva come Tex fosse portatore sano di valori antichi, immutabili, che non passano mai di moda e di come il personaggio fosse nato per farci sognare, imperturbabile rispetto all'avvento di nuovi eroi del presente, come Dylan Dog, ad esempio ... Tex non si scompone davanti a nessun nemico, che sia un alieno, un mago, un lupo mannaro o un discendente dei Maya o degli Atzechi. Non importa se ciò che gli accade è poco conciliabile con il periodo storico in cui vive, cioè gli anni settanta-ottanta dell'Ottocento: ciò che conta ... sono la sua pistola e i suoi pugni. La sua leggenda travalica il genere in cui nasce ... e, come sappiamo, i miti sono immortali!