15 dicembre 2022, 21:00
copertina di UNA STORIA IN PUNTA SOTTILE

con Valeria Consolo, Enza Negroni, Barbara Calzolari e Giampiero Moscato. Saluti di Veronica Ceruti

Il documentario Una storia in punta sottile di Enza Negroni racconta di un successo perseguito con costanza e passione da Barbara Calzolari, artista calligrafa bolognese di fama internazionale. Prima e unica donna nominata Master Penman dalla prestigiosa istituzione americana IAMPETH, la più importante associazione calligrafica del mondo. Il documentario narra la storia della sua passione determinata, costante e sempre intensamente protesa verso il miglioramento e la perfezione, introducendoci al mondo della bella calligrafia.  Una storia in punta sottile ci porta alla scoperta di un mondo inedito, di nuovi modi per esprimersi attraverso il gesto perfetto che guida il pennino e il pennello, ma anche dei meno noti eppur numerosi campi di applicazione della bella calligrafia: dal marketing aziendale alla decorazione pittorica del corpo come i tatuaggi, ai documenti manoscritti di grande valore. Lettere, parole, emozioni, disegni impressi sulla carta, sulla stoffa, sulla pelle: tanti gli stili e la perfezione di un mestiere che non va dimenticato.

Giovedì 15 dicembre alle 21 in Piazza Coperta ne parlano:

Valeria Consolo, produttrice del filmato;

Enza Negroni, regista del filmato;

Barbara Calzolari, calligrafa protagonista del filmato.

Modera Giampiero Moscato, direttore delle testate e dei laboratori del Master in giornalismo dell'Università di Bologna.

Saluti iniziali di Veronica Ceruti, direttrice del Settore Biblioteche e Welfare culturale del Comune di Bologna.

Il documentario è stato prodotto da Proposta Video di Valeria Consolo e realizzato in collaborazione con Emilia- Romagna Film Commission, Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Fabbri 1905, Pentel, IGD.