Una strategia del linciaggio e delle mistificazioni

Nell'ambito del progetto Più moderno di ogni moderno, la piazza coperta di Salaborsa ospita a partire dal 13 ottobre la mostra a cura di Cineteca di Bologna Una strategia del linciaggio e delle mistificazioni: l'immagine di Pasolini nelle deformazioni mediatiche.

L'esposizione, visitabile fino al 15 novembre negli orari di apertura della biblioteca, documenta la storia della violenta persecuzione diffamatoria che Pier Paolo Pasolini ha subìto da parte della stampa, degli oltraggi feroci sulla sua morte e delle mistificazioni orchestrate negli anni successivi alla sua scomparsa.

Un magma di articoli, pagine, copertine di giornali, fotografie, schede segnaletiche esposto come un'inquietante cartografia, con l'intervento di Gianluigi Toccafondo ispirato dai ‘referti' giornalistici, che mostra l'intensità dell'impatto emotivo che quei documenti e la loro ferocia razzista hanno avuto sull'artista.  

Il progetto Più moderno di ogni moderno. Pasolini a Bologna presenta un vasto, composito e ricco programma di iniziative - mostre, una retrospettiva completa dei suoi film, incontri, conferenze, spettacoli di teatro, musica e danza, performance, letture pubbliche e altri interventi artistici - dedicate al poeta-regista, proposte in diversi luoghi del territorio metropolitano, in un arco di tempo che va da settembre 2015 a marzo 2016. 

tavola di Gianluigi Toccafondo (particolare)
evento inserito il 25 set 2015 — ultimo aggiornamento il 24 nov 2015