Pugilato letterario

due pugili, un libro, un arbitro d'eccezione. Venerdì 13 dicembre alle 20.30

Per festeggiare il diciottesimo compleanno di Salaborsa, venerdì 13 dicembre alle 20.30 la piazza coperta intitolata a Umberto Eco (e usata non troppo tempo fa come arena per pugili), vedrà disputarsi il Pugilato letterario proprio sul romanzo più popolare scritto da Eco, Il nome della rosa.

 

Il pugilato letterario è una curiosa creatura che abita uno spazio indefinito tra il gioco, lo sport e il dibattito culturale. L'ha ideato Luca Lissoni nel 2003 e adesso sbarca a Bologna nel posto che storicamente ha ospitato, tra le altre cose, match di pugilato vero e proprio: la piazza coperta di Salaborsa.

A fronteggiarsi a colpi di retorica, Antonio Serra - fumettista e sceneggiatore Bonelli già dietro titoli come "Martin Mystère", "Dylan Dog", "Gregory Hunter", "Greystorm", "Sul pianeta perduto" e "Astromostri", ma soprattutto grande lettore e infaticabile arringatore di folle e Federico Baccomo Duchesne, avvocato diventato scrittore di romanzi come "Studio illegale", "La gente che sta bene" (alla base, rispettivamente, degli omonimi film con Fabio Volo e Claudio Bisio) e "Ma tu sei felice?", nonché scrittore per cinema e televisione che ama però i confronti dal vivo.

A disciplinare i diversi round, l'arbitro d'eccezione Cinzia Poli di Rai Radio2.
A decretare il vincitore invece, sulla base di argomentazioni, dialettica, contenuti e incisività, il pubblico della serata.

L'evento è l'occasione per ricordare una persona che ha contribuito fattivamente alla vita della biblioteca: Carlotta Colliva, presidente dell'associazione Bibliobologna nata a supporto delle biblioteche di Bologna. Per ricordare la sua instancabile presidente, l'associazione ha scelto di regalare la serata alla cittadinanza.

 

L'ingresso è libero fino a esaurimento posti.


Array.fileTitle

Flickr.com cc by nc Milan Rubio

Dove:

Piazza coperta

Quando:

ven13dic2019ore 20:30