Che cos'è Jack lo Squartatore?

il 28 gennaio alle 18 un approfondimento a cura di Gino Scatasta

Fra l'agosto e il novembre 1888, nell'East End di Londra, gli omicidi di cinque prostitute e l'identità ancora sconosciuta del loro assassino hanno dato origine alla narrazione del primo modello di serial killer, sconosciuto a fine Ottocento e diventato ormai familiare nei secoli successivi.

 

In assenza di un colpevole, nel tempo, Jack lo Squartatore è stato un ebreo, un immigrato, un aristocratico perverso, un membro della famiglia reale, un artista, un massone svelando, nelle varie teorie che si sono susseguite, più che la vera identità dello Squartatore, le ansie e i pregiudizi di chi di volta in volta formulava le ipotesi.

 

Le teorie più improbabili o verosimili sull'identità dello Squartatore, le condizioni di vita nell'East End e delle donne negli ultimi decenni del XIX secolo, la diffusione della stampa popolare e la costruzione del personaggio pubblico di Jack lo Squartatore sul modello dei villains della letteratura gotica sono i temi che Gino Scatasta, docente di Letteratura inglese all'Università di Bologna, affronterà lunedì 28 gennaio alle 18 nella sala incontri al primo piano della biblioteca.

 

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

 


Array.fileTitle

Foto tratta da Flickr, by Loco Steve, alcuni diritti riservati

Dove:

Saletta incontri

Quando:

lun28gen2019ore 18:00