Consigli di lettura per l'estate?

suggerimenti di lettura, ascolto e visione per l'estate 2010 di Grazia Verasani

Consigli di lettura per l'estate? Allora...
Consiglio La battuta perfetta di Carlo D'Amicis (Minimum fax). Un romanzo duro e importante, ritratto dei tempi bui che stiamo vivendo, di quanto la sottocultura berlusconiana imperante da almeno un trentennio ci abbia fortemente danneggiati da ogni punto di vista. Scritto con lo stile tipico di altri romanzi di D'Amicis (ricordo i felici Escluso il cane e La guerra dei cafoni), a metà tra il picaresco e l'impegno civile, rabelaisiano e sciasciano, La battuta perfetta è un romanzo da leggere, più amaro dei precedenti e, forse per questo, più incisivo.
Per chi ama i saggi, consiglio Calvino di Silvio Perrella (Laterza) più volte rieditato.
Ritratto critico di un autore che è mancato troppo presto, che ci ricorda quanto stiamo perdendo della "serietà" e dell'originalità della letteratura novecentesca, dove la personalità dell'autore poggiava sul rispetto in senso classico della cultura, del passato, della lettura onnivora, dello studio, della curiosità, e cioè di una "leggerezza" colta, di una scrittura sapiente... .
Un libro insomma che ci ricorda quanto stiamo diventando sempre più approssimativi.
Personalmente non consiglio nessun libro candidato a premi tipo lo Strega o affini, per la grottesca trasparenza con cui ne viene trasmessa (da sempre) la spettacolarità della promozione infingarda, del premio all'editore e non all'autore (che ne beneficerà solo attraverso le vendite), specchio di un tornacontismo guerraiolo dove gli scrittori sono solo pedine, dove i migliori non alzano la voce, o dove l'ego della categoria è sempre più allo sbaraglio... e, più banalmente, specchio di un paese dove il potere continua inesorabilmente a calpestare la qualità... .
Poi, per chi magari passa l'estate in luoghi verdi, consiglio la rilettura delle poesie di Montale e di Caproni... e per chi vuole leggere un bel noir: consiglio James Crumley...


Collegamenti