Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

2019

Dilettanti Geniali. Sperimentazioni artistiche degli anni Ottanta

Dal 18 ottobre 2019 al 5 gennaio 2020 si tiene, presso il Padiglione dell'Esprit Nouveau alla Fiera, di recente restaurato, la mostra Dilettanti geniali. Sperimentazioni artistiche degli anni Ottanta, curata da Lorenza Pignatti e Alessandro Manfredini.

Vengono proposti materiali vari (manifesti, tavole di fumetti, foto, copertine di vinili, filmati, ecc.) sull'ambiente artistico e creativo bolognese di quel periodo, caratterizzato da numerose ricerche e pratiche estetiche interdisciplinari.

Festival come Electra 1, eventi quali la Settimana della Performance, curata da Renato Barilli, situazioni come la factory artistica della Traumfabrik di via Clavature proiettarono la scena bolognese in una dimensione internazionale.

La giovane critica e ricercatrice del Dams Francesca Alinovi, attenta studiosa della cultura underground americana, fece conoscere, per prima in Italia, la nuova street art, attraverso la mostra New York Graffiti, aperta alla GAM nel 1984, un anno dopo la sua tragica e prematura morte.

Nacquero nuove  esperienze creative di gruppo, nuovi progetti multidisciplinari, ambiziosi, visionari, ricchi di rimandi, citazioni e riferimenti alle avanguardie del passato.

Furono i giovani architetti del Bolidismo, un movimento ispirato alla streamline americana degli anni Trenta, ma anche alla fluidità postmoderna.

Furono i gruppi di fumettisti impegnati e irriverenti, che pubblicarono "Valvoline" o "Frigidaire", i videomaker dei Grabinsky o, ancora, formazioni musicali come gli Stupid Set e i Gaznevada, che sarebbe riduttivo confinare alla sola scena musicale rock e new wave.

Nacquero nuove gallerie d'arte come la Neon, nuovi modi di fare pubblicità, di proporre e vendere prodotti e marchi di moda, di disegnare brand e cataloghi.

La WP Lavori in Corso di Cristina e Giuseppe Calori, preferì il fumetto di Scozzari, Jori, Carpinteri alla tradizionale fotografia. Lo stesso fumetto d'avanguardia ispirò un creatore di moda unico come Massimo Osti, fondatore di marchi quali CP Company e Stone Island e apprezzato, tra gli altri, da William Gibson, padre della letteratura cyberpunk .

Gli anni Ottanta furono anche quelli di inedite etichette musicali, quali la Italian Record di Oderso Rubini e la Attack Punk Records, fondata dal gruppo Raf Punk, operante nella sede anarchica di Porta Santo Stefano.

Quest'ultima etichetta produsse, tra l'altro, i primi dischi dei CCCP Fedeli alla Linea di Lindo Ferretti, documentati nella mostra anche da alcune foto di Luigi Ghirri.

Non mancano, infine, testimonianze delle esperienze di avanguardia in altri centri emiliani, quali Modena e Carpi, della produzione letteraria di un protagonista e cantore dell'epoca come Pier Vittorio Tondelli, così come dell'importante attività del Cassero a Porta Saragozza, centro del movimento LGBT.

In occasione dell'apertura della mostra dell'Esprit Nouveau Cristina Calori offre, nel WP Store di via Clavature, una performance live dei noti writer Bologna Bombers (BBS).

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

Arte di frontiera: New York graffiti, da un progetto di Francesca Alinovi, a cura della Galleria comunale d'arte moderna di Bologna, catalogo a cura di Marilena Pasquali e Roberto Daolio, Milano, G. Mazzotta, 1984


Francesca Alinovi, New York. Arte di frontiera 0.1.2, Bologna, s.e., 1983


Brolli, Carpinteri, Igort, Jori, Kramsky, Mattotti, Valvoline story, special guests: Burns, Mattioli, Bologna (ecc.), Coconino Press, 2014


Aldo Colonetti, François Burkhardt, Gillo Dorfles, Massimo Iosa Ghini. Da designer ad architetto, Bologna, Compositori, 2005


Fedeli alla linea. Dai CCCP ai CSI, una storia raccontata da Giovanni Lindo Ferretti e Massimo Zamboni ad Alberto Campo, Firenze, Giunti, 1997


Ideas from Massimo Osti, Mantova, Corraini, 2016


Largo all'avanguardia. La straordinaria storia di cinquant'anni di musica rock e varietà a Bologna, a cura di Oderso Rubini, 2. ed. aggiornata, Bologna, Beatstream, 2014


Non disperdetevi. 1977-1982, San Francisco, New York, Bologna, le zone libere del mondo, a cura di Oderso Rubini, Andrea Tinti, Milano, Shake, 2009


Nuovo fumetto italiano. Frigidaire, Valvoline, Dolce vita e dintorni, a cura di Roberto Daolio e Carlo Branzaglia, Milano, Fabbri, 1991


Riccardo Pedrini, Ordigni. Storia del punk a Bologna, Roma, Castelvecchi, 1998


La performance oggi. Settimana internazionale della performance, Bologna, 1-6 giugno 1977, Pollenza, Altro/La nuova foglio, 1978


Filippo Scòzzari, Prima pagare, poi ricordare. Da "Cannibale" a "Frigidaire". Storia di un manipolo di ragazzi geniali, nuova ed. riveduta, Roma, Coniglio, 2004


Vincenzo Sparagna, Frigidaire. L'incredibile storia e le sorprendenti avventure della più rivoluzionaria rivista d'arte del mondo, Milano, BUR, 2008


Pier Vittorio Tondelli, Un weekend postmoderno. Cronache dagli anni Ottanta, con una nota di Fulvio Panzeri, Milano, Bompiani, 1990


Traumfabrik. Via Clavature 20, un documentario scritto e diretto da Emanuele Angiuli, Bologna, Imago Orbis, 2011, dvd