Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1998

"Enzo re" di Roberto Roversi e Arnaldo Picchi in piazza Santo Stefano

Tra il 23 e il 26 giugno viene messa in scena in piazza Santo Stefano la pièce teatrale di Roberto Roversi Enzo re. Tempo viene chi sale e chi discende, per la regia di Arnaldo Picchi, con la partecipazione di Lucio Dalla e numerosi studenti del DAMS..

E' ispirata alle vicende del figlio dell'imperatore Federico II, catturato dai bolognesi durante la battaglia della Fossalta (1249) e tenuto fino alla morte prigioniero in città.

Roversi ha cominciato a lavorare al soggetto nei primi anni '70 su proposta dell'attore Raul Grassilli. Il testo ha circolato dapprima sotto forma di ciclostilato.

Una edizione a stampa è stata pubblicata nel 1977-78 sulla rivista “Bologna Incontri”, con illustrazioni di Antonio Faeti, in previsione di una rappresentazione pubblica in Piazza Maggiore, che non avverrà mai.

Roversi è autore di altri lavori teatrali: Unterderlinden (1967) andò in scena senza troppo successo a Milano al Piccolo Teatro, con Gianrico Tedeschi (1920-2020) nei panni di Adolfo. Sempre al Piccolo, nel 1969, fu rappresentato Il crak, con la regia di Aldo Trionfo.

La prima versione ciclostilata di Re Enzo risale al 1973, mentre del 1976 è la sua ultima opera per il teatro: La macchia d'inchiostro, che ha per protagonista Paul-Louis Courier, scrittore e ufficiale napoleonico.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • "Fuori dal mondo" con Roberto Roversi, a cura di A. Antonaros, S. Jemma, A. Morino, Milano, Ennerre, 2013, pp. 49-69, 89
  • Anna Laura Trombetti Budriesi, Re Enzo nel teatro e nel romanzo storico, in: Miti e segni del Medioevo nella città e nel territorio. Dal mito bolognese di re Enzo ai castelli neomedievali in Emilia-Romagna, a cura di Maria Giuseppina Muzzarelli, Bologna, CLUEB, 2003, pp. 63-80