Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1989

Clelia Barbieri diviene Santa

Papa Giovanni Paolo II proclama Santa della chiesa cattolica Clelia Barbieri, una giovinetta originaria delle Budrie di San Giovanni in Persiceto, morta di tisi a soli 23 anni nel 1870.

Alcuni anni prima essa aveva preso ad riunirsi con alcune compagne nella cosiddetta “casa del maestro”, con l'intento di fare vita appartata in preghiera e opere di bene.

Dal suo esempio e dal suo insegnamento è nata la Congregazione religiosa delle Suore Minime dell'Addolorata, che compie opere di carità e di missione evangelica in Africa e in India.

Grande influenza nel processo di canonizzazione di Clelia Barbieri hanno avuto gli scritti del Cardinale Giorgio Gusmini, Arcivescovo di Bologna dal 1914 al 1921.

La beatificazione è avvenuta il 27 ottobre 1968 nella Basilica Vaticana, ad opera di papa Paolo VI.

La “straordinaria semplicità evangelica di madre Clelia” è stata celebrata nel 1970 dalla pubblicazione del libro di Luciano Gherardi Il sole sugli argini: testimonianza evangelica della b. Clelia Barbieri, con contributi dei cardinali Lercaro e Poma.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Il santuario di Clelia Barbieri alle Budrie (BO) Immagine di Clelia Barbieri nel santuario delle Budrie (BO) La casa delle Suore Minime dell La Casa del Maestro luogo del ritiro di Clelia Barbieri dal 1868 Statua di Clelia Barbieri alle Budrie (BO) Quadro raffigurante Clelia Barbieri nella chiesa parrocchiale delle Budrie (BO)

Approfondimenti:

  • Serena Bersani, 101 donne che hanno fatto grande Bologna, Roma, Newton Compton, 2012, pp. 193-196
  • I cento anni delle Suore Minime dell'Addolorata, a cura dell'Ordine, Roma, Ammannito, stampa 1968
  • Paola Giovetti, Santa Clelia Barbieri. Una biografia, Cinisello Balsamo, San Paolo, 1994
  • Luciano Gherardi, Il sole sugli argini. Testimonianza evangelica di S. Clelia Barbieri, 1847-1870, e storia di famiglia delle Minime dell'Addolorata, Bologna, Il mulino, 1989, p. 142, 265
  • Gabriella Zarri, Il libro e la voce. Santi e culti a Bologna da Caterina de' Vigri a Clelia Barbieri (secoli 15.-20.), in Storia della chiesa di Bologna, a cura di Paolo Prodi e Lorenzo Paolini, Bergamo, Bolis, 1997, vol. 2 , p. 45-78