Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1986

I grandi dipinti di Wolfango in Santa Lucia

Nella chiesa sconsacrata di Santa Lucia inaugura la mostra Grandi dipinti del pittore bolognese Wolfango Peretti Poggi (1926-2017), artista fino a questo momento praticamente sconosciuto. La realtà della sua pittura è una sorpresa per il mondo dell'arte e per gli stessi addetti ai lavori.

Critici come Francesco Arcangeli e Eugenio Riccomini confessano di essere rimasti sorpresi e meravigliati davanti alle sue opere, tanto immense e belle, quanto nascoste e finora invisibili.

E' la rivelazione di un grande pittore, direttamente legato alla tradizione (accademica nel senso più originale e genuino) del disegno e della pittura bolognese. "Uno che sa dipingere": è anche la definizione che l'artista preferisce.

Fino a questa mostra, voluta dall'assessore Riccomini e dal sindaco Imbeni, Wolfango ha campato e mantenuto la famiglia facendo l'illustratore. Per tenere ben distinta questa attività da quella artistica, ha sempre usato preudonimi, quali Anonimo Bolognese, Vulpes o Lupangolo (quest'ultima ironica traduzione dal tedesco di Wolfango).

Dal 1964 ha inoltre iniziato a modellare la terracotta, assemblando nel tempo un personale e particolarissimo presepe popolato di parenti, amici e personaggi storici, conservato in una stanza della sua casa.

La pittura di Wolfango possiede e conserverà nel tempo alcune caratteristiche peculiari, da lui stesso elencate:

"La visione allo zenit, poiché ho iniziato a vedere le cose dal di fuori. L' ingrandimento delle immagini, che è una maniera per guardarle come mai le si è vedute. E poi la natura materica: da lontano la figura è verosimile, assolutamente mimetica. Da vicino, è oceanica".

Dopo la mostra in Santa Lucia, Wolfango sarà riconosciuto e apprezzato da molti dei suoi concittadini e alcune sue grandi opere saranno esposte sulle pareti di musei e luoghi pubblici.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Wolfango con Antonio Faeti - 2013 Wolfango con Eugenio Riccomini - 2015 Davanti allo "Scatolone dei giochi" di Wolfango Il Presepe di Wolfango - Padre Marella Il Presepe di Wolfango - Federico Zeri Il Cassetto di Wolfango nella Sala Stampa del Palazzo Comunale (BO)

Approfondimenti:

  • Guido Armellini, I disegni di Wolfango, Bologna, Galleria Forni, 1991
  • Lewis Carroll, Le avventure di Alice nel Paese delle meraviglie, illustrate da Wolfango, Bologna, L'Artiere edizionitalia, 2013
  • Eugenio Riccòmini, Il perditempo. Passeggiate per Bologna, nuova ed., Bologna, Tipoarte, 2000, pp. 94-96
  • Wolfango, Bologna, Università degli studi di Bologna, 1991
  • Wolfango, a cura di Graziano Campanini, Eugenio Riccomini, Bologna, Bononia University Press, 2008
  • Wolfango: grandi dipinti, Bologna, ex chiesa di S. Lucia, 27 settembre-26 ottobre 1986, Bologna, Comune, 1986
  • Wolfango illustratore, a cura di Tiziana Roversi, con un saggio di Antonio Faeti, Bologna, Minerva, 2013

Internet:

  • La Repubblica.it - 20 aprile 2006 - Wolfango, ottant' anni in punta di matita e colore - di Brunella Torresin