Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1982

Il Gran Pavese Varietà

Patrizio Roversi, Maurizia Giusti (in arte Syusy Blady), giovani artisti di strada con esperienze di animazione teatrale nelle colonie estive bolognesi, inaugurano presso il Circolo Arci Pavese in via del Pratello il Gran Pavese Varietà, spettacolo di cabaret dalla comicità surreale e nuova.

Del nucleo base fanno parte anche Eraldo Turra e Luciano Manzalini (in arte Gemelli Ruggeri, provenienti dall'esperienza del Teatro Tro), Stefano Bicocchi (Vito) e Olga Durano. Roberto Freak Antoni, in uscita dagli Skiantos, sarà presente nei panni del cabarettista solitario.

Il Gran Pavese assurgerà a fama nazionale, oltre che per l'esordio di tanti comici e dilettanti allo sbaraglio, per una buffa scuola di spogliarello, tenuta dall'ex ballerina del Crazy Horse Dodo d'Hambourg.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Insegna del Circolo ARCI Pavese - via del Pratello (BO) Gran Pavese Varietà - Mostra "Pensatevi liberi. Bologna Rock 1979" - MamBO... Gran Pavese Varietà - Mostra "Pensatevi liberi. Bologna Rock 1979" - MamBO... Gran Pavese Varietà - Mostra "Pensatevi liberi. Bologna Rock 1979" - MamBO...

Approfondimenti:

  • Lorenzo Arabia, Eraldo Turra, Bologna ride. Le origini, i luoghi, i personaggi del cabaret, Argelato, Minerva, 2010, p. 83 sgg.
  • Marco Barani, Il Circolo Pavese: una stazione culturale che ha visto transitare la storia di Bologna, in: 051. 2012-1970. Bologna: identità e memoria, a cura di Giuliana Santarelli, Bologna, Bononia University Press, 2012, pp. 261-264
  • Saveria Bologna e Lidia Testoni, La vecchia balera diventa il Gran Pavese, in: "Bologna incontri", 3 (1982), pp. 43-44
  • Saveria Bologna e Lidia Testoni, Il Pavese dentro il Pratello, in: "Bologna incontri", 1 (1982), pp. 44, 49-50
  • Come passare dal femminismo allo spogliarello. Syusy Blady, in: Lorenzo Arabia, Eraldo Turra, Bologna ride, cit. pp. 397-400
  • Claudio Cumani, Che bello, facciamo ridere tutta Italia!, in: "Almanacco di Bologna" (1985), pp. 86-87
  • Fabio Melelli, Francesco Rondolini, Bologna. Il cinema sotto i portici, Perugia, Morlacchi, 2014, pp. 117-133 (Eraldo Turra)
  • Il nostro presentatore-sociologo preferito. Patrizio Roversi, in: Lorenzo Arabia, Eraldo Turra, Bologna ride, cit. pp. 372-376
  • Pensatevi liberi, Bologna Rock, 1979, a cura di Oderso Rubini, Anna Persiani, Bologna, Beatsream, 2019, pp. 220-222
  • Enzo Rossi Roiss, Dodo d'Hambourg. La vedova nera, Bologna, Nuova Svolta & Iles Célèbes Edizioni, 2018, p. 15
  • Patrizio Roversi, Il Gran Pavese, in: 051. 2012-1970. Bologna: identità e memoria, cit., pp. 265-266
  • Paolo Scotti, Da Alessandro Bergonzoni a Paolo Hendel, da Maurizio Ferrini ai Gemelli Ruggeri, sino a tutta la famiglia del Gran Pavese Varietà, in: "2000 incontri. Mensile di Bologna e dell'Emilia Romagna", 4 (1990), pp. 58-60
  • Beatrice Spagnoli, Bologna val bene una risata?, in: "Bologna ieri, oggi, domani", 7 (1992), pp. 42-45
  • Vito, in: Lorenzo Arabia, Eraldo Turra, Bologna ride, cit. pp. 408-412