Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1980

La tragedia di Ustica

Il volo Itavia 870, un aereo DC-9 partito da Bologna la sera del 27 giugno per Palermo, esplode inabissandosi nelle acque dell'isola di Ustica. 81 sono le vittime, compresi i 4 membri dell'equipaggio.

La prima rivendicazione da parte del gruppo neofascista dei NAR si rivelerà un depistaggio dei servizi segreti. La tesi del cedimento strutturale dell'aereo dell'Itavia sarà per quasi due anni la spiegazione ufficiale della tragedia, ma verrà esclusa dalla Commissione d'inchiesta ministeriale incaricata di far luce sulla strage.

Nel tempo i vari periti che avranno il compito di esaminare il relitto del DC-9, oscilleranno tra l'ipotesi di una bomba o di un missile. Si sospetterà il coinvolgimento di aerei militari di potenze straniere.

Diversi alti ufficiali dell'areonautica saranno rinviati a giudizio per omesse comunicazioni e depistaggio.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Daniele Biacchessi e Fabrizio Colarieti, Punto Condor, Ustica, il processo, Bologna, Pendragon, 2002
  • (foto): Bologna e gli anni delle stragi, a cura di Gilberto Veronesi e Luciano Nadalini, U.F.O. Unione Fotografi Organizzati, FOTOviva, Casa della Fotografia, Bologna, Camera Chiara, 2010, pp. 102-135
  • Dossier Ustica. Libro bianco: incidente di volo del DC-9 I-TIGI ITAVIA 27 giugno 1980, a cura del Comitato studi per Ustica (Centro studi aeronautici), Omegna, Nuove Grafiche Artabano, 1998
  • Fabio Favelli, Bologna la Rossa, Mantova, Corraini, 2019, pp. 50-57
  • Pensatevi liberi, Bologna Rock, 1979, a cura di Oderso Rubini, Anna Persiani, Bologna, Beatsream, 2019, p. 157
  • Il Resto del Carlino. 45000 notti passate a scrivere la storia, a cura di Marco Leonelli, Bologna, Poligrafici, 2010, p. 330
  • Ustica 1980, dossier in "Europeo", 2 (2006), pp. 64-77
  • Giuseppe Zamberletti, La minaccia e la vendetta. Ustica e Bologna: un filo tra due stragi, Milano, F. Angeli, 1995
  • Daniele Del Giudice e Marco Paolini, I-Tigi: canto per Ustica, Torino, Einaudi, 2001