Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1977

L'uccisione di Francesco Lorusso

L'11 marzo un gruppo di studenti contesta l'Assemblea di Comunione e Liberazione, che a loro dire ha espulso con la forza alcuni giovani di sinistra.

Nei disordini seguenti uno studente di 25 anni, Francesco Lorusso, militante di Lotta Continua, viene ucciso in via Mascarella da uno dei numerosi colpi d'arma da fuoco provenienti da via Irnerio, dove sono schierate le forze dell'ordine.

Un carabiniere confesserà di aver sparato dopo un'assalto al suo mezzo con le molotov, alcuni testimoni riferiranno di aver visto sparare verso i manifestanti anche un uomo in borghese.

Nel pomeriggio un grande corteo del Movimento si snoda per le vie del centro cittadino. Cominciano gli scontri più violenti che Bologna abbia conosciuto dal dopoguerra.

Molte vetrine di negozi vanno in frantumi in via Rizzoli, tra le quali la filiale della Fiat, dove è messa a fuoco un'auto esposta, la sede del Monte dei Paschi e varie boutique.

Il Movimento tenta di entrare in piazza Nettuno, ma trova un robusto presidio del PCI davanti al sacrario dei partigiani, poi sfila in via Ugo Bassi e da l'assalto alla sede cittadina della DC in via San Gervasio. Qui la polizia fatica e respingere i ripetuti tentativi di sfondamento dei manifestanti, che lanciano sassi e molotov.

La parte più risoluta del corteo muove quindi verso la stazione: in piazza Medaglie d'oro si verificano gli scontri più duri del pomeriggio, con largo uso di armi da fuoco da entrambe le parti.

Un gruppo di giovani si sono aggregati già armati al corteo, decisi a mettere in pratica ciò che da tempo si teorizza sull'uso della violenza nel movimento. Per puro miracolo non si contano vittime.

All'interno della stazione vengono occupati i binari e assalito con un fitto lancio di "sanpietrini" l'ufficio della Polfer, in cui si sono asserragliati gli agenti.

Intanto nella zona universitaria le strade attorno a piazza Verdi sono interrotte da numerose barricate, erette soprattutto con i mobili della vicina mensa universitaria, saccheggiata e demolita.

Un'affollata assemblea al cinema Odeon è preceduta da espropri proletari, tra cui quello al ristorante Cantunzein e al bar Titano in via Zamboni. Viene inoltre di nuovo distrutta la Libreria "Terra Promessa" di Comunione Liberazione.

Criticato per aver lasciato la città "in balia di migliaia di extraparlamentari scatenati", il questore si discolperà lamentando le poche forze disponibili, sufficienti appena a difendere la Prefettura, la Questura, la stazione e la sede DC.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Lapide a ricordo dell I fori dei proiettili sparati durante i disordini in cui viene ucciso Lorusso Tomba di Francesco Lorusso nel settore della Certosa destinato ai cittadini... Tomba di Lorusso alla Certosa - particolare Foto di Francesco Lorusso sulla prima pagina del quotidiano Lotta continua Francesco Lorusso ricordato sui muri di piazza Verdi (BO) - 2014 Murale in via Mascarella - 2014 Il muro con i fori dei proiettili sparati l Perdita di memoria - i fori della serranda accanto alla lapide di Lorusso non... A Francesco Lorusso - via Mascarella (BO) - 2014 Murale per Francesco Lorusso - via Mascarella (BO) - 2015 Murale per Francesco Lorusso - via Mascarella (BO) - 2015

Localizzazioni:

Google Maps

Approfondimenti:

  • 1977 l'anno in cui il futuro incominciò, a cura di Franco Berardi (Bifo) e Veronica Bridi, Roma, Fandango libri, 2002
  • Gli anni di Marzo, a cura di Gilberto Veronesi, Associazioni FotoViva e U.F.O., Bologna, Minerva, 2008, p. 52-57
  • Associazione Pier Francesco Lorusso, Né verità né giustizia per l'uccisione di Francesco Lorusso, Bologna, Associazione Pier Francesco Lorusso, 1980
  • Barbara Baraldi, 101 misteri di Bologna che non saranno mai risolti, Roma, Newton Compton, 2011, pp. 192-194
  • Marcello Berti, L'ultima barricata. Il '77 bolognese, Lugo di Romagna, Walter Berti, 2003
  • Bologna 1945-1980. Cronologia istituzionale essenziale, a cura di Paola Furlan, in La febbre del fare, documentario di Michele Mellara e Alessandro Rossi, Bologna, Cineteca - Mammut film, 2010, alleg., p. 25
  • Bologna 1977, da marzo a settembre, a cura della commissione diritti civili della Federazione Bolognese del Psi, Bologna, La Squilla, 1977
  • Bologna, marzo 1977 ... fatti nostri, a cura di Enrico Palandri ... et al., Verona, Bertani, 1977
  • Bologna Settantasette. L'incontro impossibile. Il movimento, l'università, la città, di Gian Paolo Brizzi ... (e altri), Bologna, CLUEB, 2017
  • Gabriele Bonazzi, Bologna in duecento voci. Dizionario minimo di storia, cultura, umori di una città davvero europea, Sala Bolognese, A. Forni, 2011, pp. 135-136
  • Vittorio De Matteis, Angelo Turchini, Machina. Osservazioni sul rapporto tra movimento, istituzioni, potere a Bologna, Bari, Dedalo libri, 1979, pp. 20-25
  • Franca Menneas, Omicidio Francesco Lorusso. Una storia di giustizia negata, Bologna, Pendragon, 2015
  • Millenovecento77. Quarant'anni dopo. Documenti dagli archivi e dalle biblioteche bolognesi, 2 maggio-25 giugno 2017, Biblioteca comunale dell'Archiginnasio, Bologna, catalogo della mostra documentaria a cura di Valentina Gabusi e Mauro Maggiorani, Bologna, Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio, 2019, pp. 10, 24-25
  • Le parole dei luoghi. Bologna '77, a cura di Diego Benecchi, Vincenzo Marrone, Giovanna Pagnoncelli, Bologna, Associazione Nuovamente, 2009, pp. 146-149
  • Luca Pastore, La vetrina infranta. La violenza politica a Bologna negli anni del terrorismo rosso, 1974-1979, Bologna, Pendragon, 2013, pp. 133-168
  • Pro memoria 1943-2000. Cronologia, a cura di Sebastiano Gulisano, Modena, Grafiche Jolly, 2000, p. 84
  • Il Resto del Carlino. 45000 notti passate a scrivere la storia, a cura di Marco Leonelli, Bologna, Poligrafici, 2010, pp. 316-319
  • Enrico Scuro, I ragazzi del '77. Una storia condivisa su Facebook, con la collaborazione di Marzia Bisognin e Paolo Ricci, Bologna, Baskerville - Sonic Press, 2011, p. 204 sgg.