Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1969

Il primo asilo nido

Si inaugura nel quartiere Bolognina, su un terreno appartenuto al centro ricreativo dell'azienda tramviaria, il primo asilo nido d'Italia, intitolato a Carolina e Giuseppe Patini.

La struttura, voluta dall'amministrazione comunale in anticipo sulla legge nazionale, è donata dall'industriale Aldo Patini a ricordo dei suoi genitori.

Il progetto del nido è dovuto all'Assessore Adriana Lodi, che ha studiato in Svezia, assieme a un rappresentante della minoranza consigliare, le esperienze di welfare avanzato dei paesi nordici.

Altri due nidi saranno aperti in seguito, adattando edifici comunali in via Fioravanti e in via Marco Polo.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Ingresso del nido Patini Asilo nido Patini Complesso scolastico asilo nido Patini e scuola materna Ceccarelli Il deposito Zucca (ora Memoriale di Ustica) accanto all Scuola materna Ceccarelli L Manifesto dell Manifestazione dell

Localizzazioni:

Google Maps - Bologna, via C. Cignani 31

Approfondimenti:

  • Un asilo nido di tipo nuovo. Analisi di un'esperienza, atti del convegno tenuto a Bologna, Palazzo Montanari, nei giorni 3 e 4 dicembre 1971, Bologna, Comune di Bologna, 1972
  • Bologna 1945-1980. Cronologia istituzionale essenziale, a cura di Paola Furlan, in: La febbre del fare, documentario di Michele Mellara e Alessandro Rossi, Bologna, Cineteca - Mammut film, 2010, alleg., p. 23
  • Dizionario dei bolognesi, a cura di Giancarlo Bernabei, Bologna, Santarini, 1989-1990, vol. 2., p. 304

  • Frammenti di memoria. Trent'anni di nido a Bologna, Bologna, Comune di Bologna, Settore istruzione, 2000
  • I problemi dell'assistenza e dei servizi sociali, relazione dell'assessore Adriana Lodi Faustini, Bologna, Comune di Bologna, 1967

Internet: