Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1967

Dante Canè vince al Madison di New York

Dante Canè (1940-2000) vince per KO contro l'americano Jerry Tomasetti al Madison Square Garden di New York, tempio del pugilato mondiale.

Cresciuto nella palestra della Sempre Avanti! di Francesco Cavicchi, il boxeur bolognese fa parte, assieme a Nino Benvenuti, della colonia pugilistica di Bruno Amaduzzi.

Nella sua lunga carriera, che terminerà a 39 anni nel 1978, sarà per dieci volte campione italiano dei pesi massimi ed avrà due chance europee con Joe Bugner e Alfredo Evangelista.

Sarà tra i pugili bolognesi più amati. Raggiungerà una grande popolarità soprattutto per i cinque incontri - in palio il titolo italiano - con il veneto Bepi Ros (1942 - ), a lui preferito nel 1964 per le Olimpiadi di Tokyo.

Allora la scelta della Federazione fece scandalo, perché il bolognese era considerato il migliore, anche se Ros si comportò benissimo ai Giochi del Sol Levante, conquistando la medaglia di bronzo.

Cané morirà il 5 maggio 2000 a soli 60 anni, dopo aver gestito a lungo una salumeria fuori porta San Donato.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Lamberto Bertozzi, Giuliano Musi, Andavamo al Madison. Storia, leggenda e miti del PalaDozza, Argelato, Minerva, 2018, p. 82 (foto), 91
  • Claudio Bolognini, La ballata di Dante Cané. La storia popolare del gigante buono, a cura di Daniela Cané, Bologna, Reno, 2010
  • Franco Cervellati, Due torri e cinque cerchi. Bologna olimpica, Bologna, Millennium, stampa 1999, p. 114
  • Gianfranco Civolani, Giganti e nani. Dello sport e non solo, Argelato (BO), Minerva, 2015, pp. 57-59
  • Frammenti storici illustrati del pugilato emiliano-romagnolo. 1900-1995, a cura di Corrado Conti, Lugo, W. Berti, 1995, pp. 29-30
  • Giuseppe Quercioli, Storia del pugilato bolognese. Dagli albori ai nostri giorni, Lugo, Walberti, stampa 1994, p. 241 sgg.
  • Maurizio Roveri, Bologna, la città dimenticata, in: "Boxe Ring", 1 (2016), p. 27