Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1967

Carlo Aymonino e il progetto del Centro direzionale di Bologna

L'Amministrazione comunale cerca un'alternativa al centro storico per le attività del terziario: banche, assicurazioni, uffici pubblici, ecc.

Viene preso in considerazione il tema del “Centro direzionale”,  settore urbano specializzato e multifunzionale, visto dagli urbanisti come soluzione ideale per le città in grande sviluppo e i capoluoghi regionali.

Un progetto preliminare viene presentato dall'arch. Carlo Aymonino (1926-2010): una struttura molto articolata, che investe la periferia a nord e a ovest della città.

L'architetto romano ritiene, infatti, che l'intervento “non possa trovare piena validità espressiva e funzionale se viene semplicemente 'collocato' nei ritagli della casuale città moderna”, ma che occorra pensare a un sistema integrato, che dialoghi con la città antica e si rapporti al paesaggio e alle infrastrutture di comunicazione.

Il complesso progetto non avrà attuazione.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

Carlo Aymonino e Pierluigi Giordani, I centri direzionali. La teoria e la pratica, gli esempi italiani e stranieri, il sistema direzionale della città di Bologna, con un intervento di Giuseppe Campos-Venuti, Bari, De Donato, 1967


Carlo De Angelis, Ricostruire come? La Bologna del dopoguerra, in: Rinnovare Bologna tra '800 e '900, a cura di Angelo Varni, Bologna, Bononia University Press, 2019, pp. 85-86