Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1963

Nasce la Cooperativa Murri

Si costituisce la Cooperativa Murri. L'obiettivo dei soci fondatori è l'utilizzo dei fondi Gescal destinati alla costruzione di case per lavoratori.

L'impresa si sviluppa a seguito della legge 167 e dell'avvio dei Piani di edilizia economica e popolare PEEP, varati dal comune. Partecipa, tra l'altro, alla realizzazione dello “Steccone”, quindi, alla fine degli anni 60, del quartiere Fossolo.

Diverrà la più importante cooperativa di abitazione in Italia, con oltre 24 mila soci e 11 mila alloggi realizzati.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

La sede della Coop. Murri in piazza Caduti di San Ruffillo Sede della Coop. Murri - particolare Coop. Murri - Ingresso della sede in piazza Caduti di San Ruffillo Sede della Coop. Murri - particolare

Approfondimenti:

  • Bologna. La cooperazione, Milano, EDIT-Ambrosiana, (1991), pp. 212-214
  • Un cuore grande come una ... Murri, in "Bologna ieri, oggi, domani", 6 (1996), pp. 54-56
  • Guida culturale industriale commerciale artigianale e turistica di Bologna e provincia, a cura di Renato Coppe, Bologna, Aniballi, 1988, p. 252 sgg.
  • Luciano Leonardi, Angelo Ventura, Dalle piccole cooperative di alloggi per i soci fondatori alle attuali "cooperative-impresa", in Il sogno della casa. Modi dell'abitare a Bologna dal Medioevo ad oggi, a cura di Renzo Renzi, Bologna, Cappelli, 1990, pp. 177-191
  • L.Leonardi, F. Morelli, C. Vietti, La storia del Peep. Politica urbanistica ed edilizia a Bologna dagli anni Sessanta al Piano strutturale comunale, Bologna, Edizioni Tempinuovi, 2008, pp. 26-29
  • Michele Tarozzi, Urbanistica e cooperazione a Bologna 1889-1985. Cento anni di vite parallele, Roma, Gangemi, 1999