Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1962

La chiesa della Beata Vergine Immacolata alla Certosa

Su progetto dell'architetto Glauco Gresleri è edificata, nei pressi del cimitero della Certosa, la chiesa della Beata Vergine Immacolata.

Essa accoglie tutte le istanze che caratterizzano il rinnovamento liturgico promosso a Bologna dal cardinal Lercaro, con alcuni anni di anticipo sulle deliberazioni del Concilio Vaticano II.

L'edificio, in stile razionalista mediterraneo, risente della lezione Le Corbusier: alcuni elementi sembrano tratti dalla chiesa di Ronchamp.

Concepito come nucleo di un quartiere, che poi non sarà costruito, il complesso comprende anche una scuola, un asilo e altri servizi.

All'interno, la grande aula è illuminata da un lucernaio centrale e da semplici vetrate a colori. Il tabernacolo è opera di padre Costantino Ruggeri.

All'altezza del fonte battesimale, la vetrata a diedro "rientra nell'aula creando un trasparente volume colorato di grande leggerezza e risolvendo il problema dell'angolo" (Matteucci).

L'arch. Gresleri sarà autore anche della Parrocchiale di Riale (1975-1982), basata su un complesso programma architettonico.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Chiesa della BVI - esterno Chiesa della BVI - esterno - arch. Glauco Gresleri Chiesa della BVI - l Chiesa della BVI - il lucernaio sopra l Chiesa della BVI - interno - particolare Chiesa della BVI - bassorilievo sul portale Chiesa della BVI - esterno Chiesa della BVI - esterno - particolare Parrocchiale di Riale - Zola Predosa (BO) - arch. G. Gresleri Parrocchiale di Riale - Zola Predosa (BO) - arch. G. Gresleri

Localizzazioni:

Google Maps

Approfondimenti:

  • Architettura per lo spazio sacro, Mostra internazionale di architettura dello spazio sacro, Bologna, 20 settembre-20 ottobre 1996, a cura di Fabrizio I. Apollonio, Torino, Allemandi, stampa 1996, p. 147
  • G. Bernabei, G. Gresleri, S. Zagnoni, Bologna moderna, 1860-1980, Bologna, Patron, 1984, pp. 182-183
  • Bologna. Guida di architettura, progetto editoriale e fotografie di Lorenzo Capellini, coordinamento editoriale di Giuliano Gresleri, Torino, U. Allemandi, 2004, p. 216
  • Luigi Bortolotti, Il suburbio di Bologna. Il comune di Bologna fuori le mura nella storia e nell'arte, Bologna, La grafica emiliana, stampa 1972, pp. 172-173
  • Anna Maria Matteucci, Dalle chiese degli ordini mendicanti alle nuove chiese della fascia suburbana, in: Storia della Chiesa di Bologna, a cura di Paolo Prodi e Lorenzo Paolini, Bergamo, Bolis, 1997, v. 2., pp. 363-364