Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1961

Lo Zecchino d'oro

Lo Zecchino d'Oro, manifestazione canora per bambini, si trasferisce, alla sua terza edizione, da Milano a Bologna, passando dall'organizzazione del Salone del Bambino a quella dell'Antoniano.

Qui troverà la sua sede e formula definitive. L'idea del concorso televisivo è di Cino Tortorella, che dal 1957, nei panni di Zurlì - mago del giovedì - è protagonista della TV dei Ragazzi.

Fino al 1973 lo Zecchino si articola in tre giornate. Il Mago presenta in calzamaglia e mantello, assieme all'inseparabile spalla Richetto (Peppino Mazzullo) e al simpatico pupazzo animato Topo Gigio.

Particolare successo ottiene il Piccolo Coro, diretto da Mariele Ventre (1939-1995), che negli anni amplierà la sua attività oltre l'Antoniano, collaborando, ad esempio, con il Teatro Comunale per alcune stagioni liriche e sinfoniche.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Insegna del Cinema Teatro Antoniano Topo Gigio con la maglia del Bologna FC

Approfondimenti:

  • 051. 2012-1970. Bologna: identità e memoria, a cura di Giuliana Santarelli, Bologna, Bononia University Press, 2012, pp. 49-53
  • Tiziano Costa, Bologna prima e dopo il '68 ... ricordi di una vita, Bologna, Costa, 2018, p. 103
  • Cinquant'anni di Antoniano 1954-2004, Bologna, Antoniano dei Frati minori, 2004
  • Gianmario Merizzi, E tutta la città era in suoni. I luoghi della storia della musica a Bologna, Bologna, Comune di Bologna, 2007, p. XV
  • Berardo Rossi, Lo Zecchino d'oro. Una storia di 40 anni, Bologna, Grafica editoriale, Il Resto del Carlino, 1997
  • Berardo Rossi, Storia dello Zecchino d'oro, Bologna Edizioni Antoniano, 1981
  • Fernando Rossi, Lo Zecchino d'oro, festa della canzone per bambini. Storia, personaggi, canzoni, Milano, F. Motta, 1968