Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1961

La Fima: macchine automatiche per i prodotti di cioccolato

E' fondata a Zola Predosa la Fabbrica Italiana Macchine Automatiche (FIMA). Il primo prodotto proposto è una macchina incartatrice di uova di Pasqua.

Il processo di confezionamento di questi dolci diventa, grazie ad essa, completamente automatico. Seguiranno altre macchine per incartare prodotti di cioccolato, dai Boeri ai Gianduiotti.

Negli anni '70 la ditta assume il nome Nuova Fima Imballaggi, iniziando l'espansione commerciale verso i mercati esteri e confermandosi come una delle principali aziende della "Packaging Valley" bolognese.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Macchina FIMA per il confezionamento di cioccolatini - Museo del Patrimonio... Macchina FIMA per il confezionamento di cioccolatini - particolare - Museo... Macchina FIMA per il confezionamento di cioccolatini - particolare - Museo... Macchina FIMA per il confezionamento di cioccolatini - particolare - Museo... Marchio della ditta FIMA - Museo del Patrimonio industriale (BO)

Localizzazioni:

Google Maps

Approfondimenti:

  • Scheda presso il Museo del Patrimonio industriale (BO)
  • Nuova Fima imballaggi s.r.l., 30 anni di successo. La storia, le macchine, gli uomini di una grande azienda italiana, a cura di Nicodemo Mele, Bologna, Nuova Fima, 1993
  • Per niente fragile. Bologna capitale del packaging, a cura di Roberto Curti e Maura Grandi, Bologna, Compositori, 1997, pp. 100-101