Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1960

La cava del pangesso

La Società Ghelli del gruppo Rosmino rileva la cava di gesso Il Fornacione nel territorio di San Lazzaro di Savena, una delle più vecchie cave di Bologna. Viene costruito un moderno stabilimento con alloggi e uffici e sono avviati scavi in galleria.

La cava produce una particolare qualità di gesso fatto macerare in acqua e poi esposto in pani sotto tettoie e essiccato al sole e all'aria. Il risultato è un gesso bianchissimo e molto leggero, chiamato “pangesso” o “gesso Bologna”, utilizzato per fabbricare stucchi speciali per falegnameria.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Residui di pangesso in una vecchia antina - Fonte: Portantica www.portantica.com

Approfondimenti:

  • Attilio Scicli, L'attività estrattiva e le risorse minerarie della regione Emilia-Romagna, Modena, Poligrafico Artioli, 1972, p. 655