Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1959

Dall'unione della Panigal e della Criminal nasce la Rheno Dixieland Band

Nel 1956 la banda dell'universaità, cioè la Magistratus Jazz Band di Nardo Giardina, cambia nome in Panigal Jazz Band, avendo ottenuto la mensa della nota fabbrica di saponi come sala prove.

Oltre a Giardina ne fanno parte Carlo Fava, Amedeo Tommasi, Francesco Cassarini, Ugo Franceschini e Gherardo Casaglia, ai quali nel '58 si aggiunge Checco Coniglio.

Nel 1959 la Panigal si unisce alla rivale Criminal Jazz Band, in cui milita tra gli altri il giovane Pupi Avati, e assume la denominazione di Rheno Dixieland Band .

La formazione diventa ben presto la beniamina degli appassionati bolognesi: nel 1959 apre il Festival del jazz al Palasport e fa lo stesso anche l'anno successivo al Teatro Duse.

Con l'arrivo di Lucio Dalla, che affiancherà, non senza qualche gelosia, Avati al clarino, la Rheno può dirsi al completo: ai fiati Giardina, Dalla, Avati e Coniglio, mentre la sezione ritmica è formata da Franco Franchini al piano, Maurizio Majorana al basso e Luigi Nasalvi alla batteria.

Nel 1961 la Rheno Dixieland Band parteciperà al Primo Festival Europeo di Jazz di Antibes-Juan Les Pins, classificandosi al primo posto tra le orchestre tradizionali.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

La Reno Diexeland Band con Nando Giardina e Lucio Dalla - Fonte: Mostra "150...

Approfondimenti:

  • Checco Coniglio, Jazz Band. Diario di un musicista sulle note della Doctor Dixie, Argelato (BO), Minerva, 2019, pp. 54-68, 98-99, 113-135
  • Nardo Giardina, Bologna, la città del jazz, Bologna, CLUEB, 2002
  • Nardo Giardina, La città del jazz, fotografie a colori di Luigi Nasalvi, Casalecchio di Reno, Grafis, 1992, pp. 24, 28, 52-60 (foto)
  • Daniele Soragni, Lucio Dalla. Là dove il mare luccica, Milano, Kenness, 2012, p. 15