Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1955

Il canale emiliano-romagnolo

Hanno inizio i lavori del canale emiliano-romagnolo (CER), che da Sant'Agostino ferrarese porta acqua alla bassa pianura bolognese e alla Romagna.

Il progetto dell'ing. Mario Giandotti (commissario del Consorzio per il CER, istituito nel settembre 1939) prevede il sollevamento tramite idrovore dell'acqua prelevata dal Po a Bondeno.

Quella destinata alla Romagna è indirizzata verso Pieve di Cento e Galliera e, dopo essere stata ulteriormente sollevata, è diretta verso il fiume Savio con un canale lungo 90 km.

Il canale emiliano-romagnolo distribuirà ogni anno circa 90 milioni di metri cubi d'acqua per l'irrigazione e per usi civili ad un'area estesa oltre 3000 km quadrati.

Il primo progetto organico per un canale d'irrigazione dal Po risale a due ingegneri bolognesi, Annibale Certani e Cesare Perdisa, che lo avevano proposto al governo italiano nel 1863.

Quel progetto era stato accantonato per motivi politici. La stessa sorte era toccata a quello successivo a cura dell’ing. Italo Maganzini, presentato nel 1893.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Il canale emiliano-romagnolo nei pressi di Budrio (BO) Canale emiliano-romagnolo - impianto per il sottopassaggio nel fiume Idice... Canale emiliano-romagnolo - impianto per il sottopassaggio nel fiume Idice... Canale emiliano-romagnolo - Impianti nei pressi dell Il CER accanto ai ruderi di una casa colonica nei pressi di Maddalena di...

Approfondimenti:

  • Antonio Saltini, Dove l'uomo separò la terra dalle acque. Storia delle bonifiche dell'Emilia-Romagna, Reggio Emilia, Diabasis, 2005, p. 140
  • Giorgio Stupazzoni, Bonifica e irrigazione nei territori della pianura, in: Il Reno italiano. Storia di un fiume e della sua valle, fino al mare, a cura di Renzo Renzi con la collaborazione di Marco Macciantelli, Bologna, Cappelli, 1989, pp. 132-139

Internet: