Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1955

Ultima corsa per la tramvia Bologna-Pieve di Cento

Il tram che percorre la linea da Bologna a Pieve di Cento, conosciuto come "al Vapuren dla Piv", compie solennemente l'ultima corsa. La concessione per la costruzione di una tramvia a vapore tra Bologna e Pieve di Cento risaliva al 1888. Fu incaricata una società presieduta dall'ingegnere Ludovico Maglietta. La linea venne inaugurata l'anno successivo. Nel 1891 dalla stazione intermedia di Dozza fu avviata una diramazione per Malalbergo (ridotta ad Altedo nel 1955). Fra tutte le tramvie extraurbane della Provincia di Bologna, le linee per Pieve e Malalbergo furono quelle con maggior traffico merci: attraverso un apposito allacciamento, tra i 200 e i 400.000 quintali di barbabietole l'anno erano condotte dai luoghi di produzione nella Bassa bolognese allo zuccherificio del capoluogo emiliano. Altri luoghi raccordati alla tramvia erano gli stabilimenti militari di Casaralta, la Società carbonifera, il deposito Zucca, le officine meccaniche di Casaralta. Nel 1935 le vecchie locomotive a vapore furono sostituite con più moderne "littorine" a nafta. Nel dopoguerra i concessionari acquistarono una locomotiva dalle tramvie pisane. Dopo l'abolizione della linea tramviaria, l'APT provvederà alla sua sostituzione con autolinee.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Stazione della tramvia Bologna-Pieve di Cento Stazione della tramvia Bologna-Pieve di Cento - lato dei binari Stazione della tramvia Bologna-Pieve di Cento - particolare
Magazzino della stazione di Pieve di Cento (BO) - particolare Stazione della tramvia Bologna-Pieve di Cento - particolare della facciata Stazione della tramvia Bologna-Pieve di Cento - particolare della facciata Ferrovia di servizio allo stabilimento militare di Casaralta Binari a Casaralta Un vecchio passaggio a livello accanto alle caserme di Casaralta Binari del treno accanto alla Manifattura Tabacchi (BO) La sede del tram di Pieve usata come parcheggio Binario morto nei pressi dello stabilimento della Manifattura Tabacchi di... Il muro accanto alla ferrovia testimonia la presenza dello stabilimento militare

Approfondimenti:

Davide Damiani, Fuori porta col vaporino, 1877-1977. Cento anni di trasporti pubblici in provincia di Bologna, Bologna, Atc, stampa 1978, pp. 87-112
Davide Damiani, Luigi Zucchini, Il nostro immenso tram. Bologna - Pieve di Cento - Malalbergo, Cento, Siaca, 2008
Fabio Formentin, Davide Damiani, Storia dei servizi di trasporto dell'Amministrazione Provinciale di Bologna, Cortona, Calosci, 2011, pp. 73-84 (foto)
Antonio Graziani, Bologna e la sua provincia fra gli anni '20 e gli anni '70 dall'Archivio dell'Istituto Luce, Ortona, Menabò, 2007, p. 48 (foto)
Maurizio Panconesi, Quando lungo il Reno fischiavano le vaporiere. La Ferrara - Cento - Modena della Societa Veneta e la tramvia Bologna - Pieve di Cento, s.l., Pavè, post 1984, pp. 90-116
Alberto Menarini, Athos Vianelli, Bologna per la strada. Leggende e curiosità, Bologna, Tamari, stampa 1973, pp. 56-57
Angelo Uleri, Il tram a vapore. Lo sconosciuto veicolo della civiltà, Firenze, A. Uleri, 2011, p. 107, 110