Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1951

Lo scultore Luciano Minguzzi lascia Bologna

Luciano Minguzzi (1911-2004), vincitore del Gran Premio per la Scultura alla Biennale di Venezia del 1950, lascia Bologna, chiamato a Milano all'Accademia di Brera.

Allievo di Ercole Drei e di Giorgio Morandi, ha tenuto studio per lunghi anni in palazzo Bentivoglio, assieme al padre Armando, anch'egli scultore di vaglia.

Ha preso parte alla Resistenza e ha partecipato nel dopoguerra al gruppo Cronache. Nel 1948 è stato presente alla Biennale veneziana con sei opere.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

I partigiani - opera di L. Minguzzi - Porta Lame La partigiana di Porta Lame - particolare Tomba Atti alla Certosa - L. Minguzzi

Approfondimenti:

  • Anna Baldi, Luciano Minguzzi: un artista e il suo museo, in "Bologna ieri, oggi, domani", 6 (1996), pp. 81-83
  • Anna Baldi, Minguzzi, il maestro che Bologna ha dimenticato, in "Almanacco di Bologna" (1993), pp. 35-37
  • Francesca Caldarola, Non una sola goccia di retorica. Il Monumento ai partigiani di Luciano Minguzzi, in: "Strenna storica bolognese", 57 (2017), pp. 44-49
  • Romeo Forni, Viaggio con la pittura bolognese del XX secolo, Roma, A. Pellicani, 1996, p. 107
  • Luciano Minguzzi, Uovo di gallo. Quasi un diario, Milano, Garzanti, 1981
  • Paola Sega Serra Zanetti, Arte astratta e informale in Italia, 1946-1963, Bologna, CLUEB, 1995, p. 92