Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1945

Lo scoppio di via Scandellara

In previsione dell'insurrezione di Bologna, una casa disabitata in via Scandellara diviene la base dei distaccamenti di Medicina e Castenaso della 7a GAP, dando rifugio a una trentina di uomini.

La mattina del 18 aprile, per uno scoppio fortuito, rimangono uccisi tredici partigiani e numerosi altri sono feriti, tra i quali il commissario politico Luigi Broccoli.

Il vero motivo dell'esplosione non verrà mai appurato: nel seminterrato erano raccolte numerose mine anticarro sottratte ai tedeschi.

Fonti della notizia:

consulta

Localizzazioni:

Google Maps - Via Scandellara, 14 - Bologna

Approfondimenti:

  • Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese, 1919-1945, Bologna, Comune-ISREBO, vol. I, Nazario Sauro Onofri, Bologna dall'antifascismo alla Resistenza, 2005, p. 247
  • Luigi Arbizzani, Antifascismo e lotta di Liberazione nel Bolognese. Comune per comune, Bologna, ANPI, 1998, p. 88
  • Luciano Bergonzini, La svastica a Bologna, settembre 1943-aprile 1945, Bologna, Il mulino, 1998, pp. 317-318
  • Castenaso dal Risorgimento alla Resistenza, Castenaso, Comune, 1984, p. 65
  • Mario De Micheli, 7a GAP, 2. ed., Roma, Editori Riuniti, 1971, p. 277
  • Mario De Micheli, Settima Gap, Imola, Bacchilega, 2011, p. 147
  • (Drago), Disastro in via Scandellara, in Al di qua della Gengis Khan. I partigiani raccontano, a cura di Remigio Barbieri e Sergio Soglia, Bologna, Galileo, 1965, pp. 126-128
  • Onore ai 13 martiri di via Scandellara, in: "Resistenza oggi Bologna", numero unico, 1996, p. 88
  • La resistenza a San Vitale. Testimonianze, cippi e descrizioni dei luoghi di resistenza per la liberazione di Bologna, nel Quartiere San Vitale, a cura di Luca Molinari, Bologna, Futura Press, 2005, pp. 35-36
  • La Resistenza, il fascismo, la memoria. Bologna 1943-1945, a cura di Alberto De Bernardi e Alberto Preti, Bologna, Bononia University Press, 2017, p. 177