Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1944

Uccisione di Amedeo Lamma davanti a San Francesco

Il 16 dicembre in piazza San Francesco i fascisti uccidono Amedeo Lamma, un imbianchino residente nel Pratello. Il fratello Otello, falegname, è un perseguitato politico più volte arrestato dalla polizia.

Il padre era “Anzléin la Pgnata”, uno dei primi ballerini “alla filuzzi” all'inizio del secolo, campione della polka “a chinéin”. Aveva trasmesso ad Amedeo il soprannome Pignatta, dovuto probabilmente alla bassa statura.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Lapide per Amedeo Lamma sul luogo della sua uccisione -Piazza San Francesco (BO) Lapide per Amedeo Lamma sul luogo della sua uccisione -Piazza San Francesco (BO) Il Pratello a ricordo di Amedeo Lamma vittima antifascista

Approfondimenti:

  • Alessandro Cervellati, Bologna al microscopio, Bologna, Edizioni aldine, 1950, v. 1, pp.
  • Amedeo Lamma, in: Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945), a cura di A. Albertazzi, L. Arbizzani, N. S. Onofri, Bologna, Comune di Bologna, Istituto per la storia di Bologna, v. 3., Dizionario biografico, D-L, alla voce