Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1944

Terza linea di difesa tedesca prima di Bologna

Dopo quelle del Ronco-Fiumi Uniti in Romagna e del Santerno, tra Imola e Argenta, i Tedeschi iniziano a costruire una terza linea di difesa prima di Bologna, sul percorso dei fiumi Savena e Idice, tra San Lazzaro e Molinella.

E' costituita da una rete di fossati anticarro, la cui connessione è facilitata dall'esistenza in zona di un gran numero di canali artificiali.

Intanto vengono allagate le risaie di Molinella, per rendere impraticabile il terreno ai mezzi motorizzati. A Vedrana, non lontano da Budrio, l'acqua raggiunge in alcuni punti i due metri di altezza. Si forma una nuova, grande palude, destinata a diventare in inverno una immensa lastra di ghiaccio.

Nelle ville e nelle case del territorio si installano comandi e alloggi militari. Le case sinistrate vengono minate dai tedeschi per ricavare legna da ardere.

Oltre che da questi approntamenti difensivi, le operazioni militari degli Alleati sono ostacolate dal maltempo, che impedisce ulteriormente l'azione delle unità corazzate anglo-americane.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

Luigi Arbizzani, Antifascismo e lotta di Liberazione nel Bolognese. Comune per comune, Bologna, ANPI, 1998, p. 49


Romagna 1944-45: le immagini dei fotografi di guerra inglesi dall'Appennino al Po, Bologna, CLUEB, 1983, p. 35


Touring club italiano, Emilia Romagna. Itinerari nei luoghi della memoria, 1943-1945, Milano, TCI, Bologna, Regione Emilia-Romagna, 2005, p. 53