Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1944

I partigiani fanno saltare la Casa del Fascio. Rastrellamenti e fucilazioni ad Argelato e Funo

Dopo i numerosi arresti e saccheggi compiuti dai fascisti e dai tedeschi nelle campagne di Funo, il 9 agosto una squadra di partigiani della 2a Brigata “Paolo”, guidata da Franco Franchini (Romagna), fa saltare la Casa del Fascio di Argelato, provocando la morte di nove militi e il ferimento di altri dieci.

Intervenuti poco dopo, i fascisti della Brigata Nera “Eugenio Facchini”, comandati dal Federale di Bologna Pietro Torri, rastrellano numerose persone e ne fucilano subito sette, tra i quali il prof. Oreste Vancini (1879-1944), esponente socialista, già assessore della giunta Zanardi.

Lo stesso giorno bruciano fino alle fondamenta 37 case nel rione Larghe e a Funo, torturano e uccidono altre sei persone. Tra gli arrestati anche la giovane staffetta della 7a Gap Irma Bandiera (Mimma), che sarà poi torturata e uccisa a Bologna.

Altri rastrellamenti nella zona di Funo, tra il 9 e il 10 ottobre, porteranno alla cattura e fucilazione di quattro partigiani, tra i quali il comandante gappista Renato Tampellini (Sandalo).

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Monumento ai caduti ad Argelato (BO)

Approfondimenti:

  • Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel Bolognese, 1919-1945, vol. 1., Nazario Sauro Onofri, Bologna dall'antifascismo alla Resistenza, Bologna, Comune-ISREBO, 2005, p. 83, 139-141
  • Luigi Arbizzani, Antifascismo e lotta di Liberazione nel Bolognese, Comune per Comune, Bologna, ANPI, 1998, p. 32
  • Luigi Arbizzani, Guerra, nazifascismo, lotta di liberazione nel Bolognese, luglio 1943-aprile 1945. Fotostoria, 5. ed., Bologna, Edizioni della Provincia, 2005, p. 19
  • Adelmo Caselli, Prelevati. La politica, il lavoro, la vita, l'odio, la violenza, i prelevamenti, le uccisioni e i processi nella lunga liberazione di Pieve di Cento, 1945-1951, 2. ed., Pieve di Cento, Bagnoli1920 edizioni, 2011, pp. 82-85
  • Romeo Dardi (Sgangen), Attacco alle caserme dei fascisti, in Al di qua della Gengis Khan. I partigiani raccontano, a cura di Remigio Barbieri e Sergio Soglia, Bologna, Galileo, 1965, pp. 23-26
  • Mario De Micheli, 7a GAP, 2. ed., Roma, Editori Riuniti, 1971, pp. 183-186
  • Mario De Micheli, Settima Gap, Imola, Bacchilega, 2011, p. 100-102
  • Ena Frazzoni, Note di vita partigiana a Bologna, Bologna, Tamari, 1972, pp. 62-63
  • Nazario Sauro Onofri, Cronologia bolognese del 1944, in 1944: la lotta di liberazione, Bologna, ANPI, 2004, p. 19
  • Pane e alfabeto. Francesco Zanardi sindaco socialista di Bologna (1914-1919), a cura di Marco Poli, Bologna, Costa, 2014, pp. 200-202 (O. Vancini)
  • 40°: 1945-1985. Alba di libertà, Bologna, ANPI provinciale, 1985, p. 18
  • La Resistenza, il fascismo, la memoria. Bologna 1943-1945, a cura di Alberto De Bernardi e Alberto Preti, Bologna, Bononia University Press, 2017, p. 114
  • Gabriele Ronchetti, Le pianure dei partigiani. 150 luoghi della Resistenza nel Nord Italia, Fidenza, Mattioli 1885, 2013, p. 57
  • Torri e castelli. Bologna e la sua provincia. Storia, dizionario biografico, opere d'arte, notizie d'oggi, 2. ed. ampliata a cura di Luigi Arbizzani e Pietro Mondini, Bologna, Editrice Galileo, 1966, p. 174, 184
  • Touring club italiano, Emilia Romagna. Itinerari nei luoghi della memoria, 1943-1945, Milano, TCI, Bologna, Regione Emilia-Romagna, 2005, p. 51