Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1944

Muore Delcisa Gallarani (Tosca) staffetta del Cumer

Mentre è in missione per conto del Cumer, la staffetta Adalgisa (o Delcisa) Gallarani - nome di battaglia Tosca - rimane gravemente ferita a Piacenza nel corso di un mitragliamento alleato e muore pochi giorni dopo in ospedale senza rivelare la propria identità per non compromettere il suo lavoro cospirativo.

Tra i suoi contatti vi è anche Giuseppe Dozza, tornato di nascosto dall'estero, che l'ha attesa invano a Bologna in una base di via Bertiera.

Militante comunista, Tosca era emigrata in Francia nel 1928, da dove in diverse occasioni aveva introdotto in Italia materiale di propaganda.

Rimpatriata nel 1941, fu incaricata dal partito di reperire un appartamento da allestire come base clandestina. Esso venne trovato in via Piella e divenne il recapito del centro interno del PC. Dopo l'8 settembre ebbe da Cumer il compito di tenere i collegamenti con il comando del C.V.L. di Milano.

Grazie all'impegno della compagna di lotta Tolmina Guazzaloca, alla sua memoria sarà intitolato un parco nel quartiere Barca.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Cippo per Delcisa Gallarani (Tosca) nel parco a lei dedicato nel quartiere... Tomba di Adalgisa Gallarani nel Monumento Ossario dei Caduti Partigiani alla... Foto di A. Gallarani nel Sacrario partigiano di piazza Nettuno (BO)

Approfondimenti:

Luciano Bergonzini, La svastica a Bologna, settembre 1943-aprile 1945, Bologna, Il mulino, 1998, p. 147


Mario De Micheli, 7. GAP, prefazione di Arturo Colombi, 2. ed., Roma, Editori Riuniti, 1971, p. 221


Mario Giovannini, Tramonto rosso su San Luca. La resistenza, il pubblico e il privato con Giuseppe Dozza, Milano, F. Angeli, 1985, p. 18


Renata Viganò, Donne della Resistenza, Bologna, STEB, 1955, p. 11