Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1944

L'operazione Radium

Un'operazione partigiana, voluta dalla direzione del Partito d'Azione di Bologna, mira a impedire che i Tedeschi requisiscano la dotazione di radium (o radio) del Policlinico S.Orsola, una delle più cospicue del paese.

La sostanza, utilizzata nelle cure antitumorali, è ricercata dagli scienziati del Terzo Reich per la fabbricazione di nuove armi segrete.

Il 10 luglio alcuni soldati germanici, “con un'automobile armata di mitragliatrice”, irrompono all'Istituto “Luigi Galvani” e sequestrano metà del radio, con l'assenso del rettore Goffredo Coppola.

Nel pomeriggio del 24 luglio, due astucci di piombo contenenti materiale radioattivo vengono prelevati da Mario Bastia (Marroni) - complici alcuni medici dell'ospedale - e nascosti in una cantina di via S.Vitale di proprietà del dottor Filippo D'Aiutolo, partigiano della Brigata "Giustizia e Libertà".

Gli astucci saranno riconsegnati a guerra conclusa, con una cerimonia pubblica in casa D'Ajutolo, al prof. Giovanni Giuseppe Palmieri e al nuovo rettore Edoardo Volterra.

Alcuni medici, complici della sottrazione del radium, saranno catturati dai nazifascisti, e, dopo il transito alle Caserme Rosse, avviati alla deportazione. Riusciranno miracolosamente a fuggire durante il tragitto.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel Bolognese, 1919-1945, Bologna, Comune – ISREBO, vol. I, Nazario Sauro Onofri, Bologna dall'antifascismo alla Resistenza, 2005, pp. 189-194 (Operazione radio), 375
  • Lia Aquilano, 1944, vengono i tedeschi ci prendono in casa. I rastrellamenti, i campi di concentramento nell'area toscana, romagnola, bolognese. Prima ricognizione, Bologna, Comitato regionale per le celebrazioni del 50. anniversario della Resistenza e della Liberazione Emilia-Romagna, 1995
  • Luigi Arbizzani, Antifascismo e lotta di Liberazione nel Bolognese. Comune per comune, Bologna, ANPI, 1998, p. 18
  • Luciano Bergonzini, La svastica a Bologna, settembre 1943 -aprile 1945, Bologna, Il mulino, 1998, p. 121 sgg.
  • Bologna 1938-1945. Guida ai luoghi della guerra e della Resistenza, progetto e cura di Brunella Dalla Casa, San Giovanni in Persiceto, Aspasia, 2005, p. 86
  • Corpo Volontari della Libertà, Brigata Giacomo Matteotti, Diario delle principali operazioni di guerra. 1 Maggio 1944 - 21 Aprile 1945, con scritti di Norberto Bobbio, Bologna, Tipografia Luigi Palma, 1964
  • Pietro Crocioni, Operazione radio, in Bologna è libera. Pagine e documenti della Resistenza, a cura di Luigi Arbizzani, Giorgio Colliva, Sergio Soglia, Bologna, ANPI, 1965, pp. 67-68
  • Nazario Sauro Onofri, Cronologia bolognese del 1944, in 1944: la lotta di liberazione, Bologna, ANPI, 2004, p. 18
  • L'Operazione Radium, in La Resistenza a Bologna. Testimonianze e documenti, Bologna, Istituto per la storia di Bologna, 1967-1980, vol. 3., pp. 605-659
  • Quel radio nascosto in via San Vitale n. 57, in "Resistenza oggi Bologna. 50. della resistenza", a cura dell'ANPI provinciale, Bologna, s.e., 1995, pp. 63-66
  • La resistenza a San Vitale. Testimonianze, cippi e descrizioni dei luoghi di resistenza per la liberazione di Bologna, nel Quartiere San Vitale, a cura di Luca Molinari, Bologna, Futura Press, 2005, pp. 43-45
  • La Resistenza, il fascismo, la memoria. Bologna 1943-1945, a cura di Alberto De Bernardi e Alberto Preti, Bologna, Bononia University Press, 2017, pp. 114-116