Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1944

Interrogatori e torture di partigiani nella Facoltà di Ingegneria

L'Ufficio Politico Investigativo (UPI) della Guardia Nazionale Repubblicana si trasferisce da via Mengoli 14 nella sede della Facoltà di Ingegneria in via Risorgimento, dove da qualche tempo sono acquartierati l'Ispettorato regionale, il Comando provinciale e la Compagnia comando della GNR.

Nell'occupare i nuovi uffici, i militi buttano dalle finestre i mobili superflui. Dalla primavera del 1944 fino alla Liberazione il capo dell'UPI bolognese è Angelo Serrantini, prima al comando del Servizio politico dell'Ispettorato regionale.

Ha ai suoi ordini una quarantina di uomini, divisi in due squadre: alcuni di essi si distinguono per i metodi violenti degli interrogatori, le torture, le esecuzioni sommarie.

I partigiani arrestati sono rinchiusi in celle ricavate al primo e al secondo piano, alcune senza servizi igienici. Gli interrogatori sono condotti nei locali dell'Istituto di Elettrotecnica.

Secondo numerose testimonianze, per estorcere informazioni sono usate maschere antigas tappate, scudisciate, fornelli e ferri roventi.

I metodi dei fascisti sono considerati ancor più pericolosi di quelli delle SS. E' opinione generale che sia impossibile resistere a lungo alle loro torture. La direttiva dei comandi è di provare a non rivelare nulla per le prime 24 ore.

L'edificio della Facoltà di Ingegneria sarà liberato dai partigiani il 21 aprile 1945: nella sede e negli immediati dintorni saranno uccisi due militi della GNR e fatti prigionieri alcuni soldati tedeschi.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Maschera antigas - Museo della Repubblica di Montefiorino e della Resistenza... Edificio della Facoltà di Ingegneria - via Risorgimento (BO) Edificio della Facoltà di Ingegneria - via Risorgimento (BO)

Approfondimenti:

  • Mimmo Franzinelli, Tortura. Storie dell'occupazione nazista e della guerra civile (1943-45), Milano, Mondadori, 2018, p. 93
  • Ingegneria in guerra. La Facoltà di ingegneria di Bologna dalla RSI alla ricostruzione, 1943-1947, a cura di Renato Sasdelli, Bologna, CLUEB, 2007
  • Pino Nucci, E ci guidava la luna, Bologna, Tamari, 1988, pp. 261-263
  • Rossella Ropa, Internati militari, deportati razziali e politici: l'altra Resistenza, in: La Resistenza, il fascismo, la memoria. Bologna 1943-1945, a cura di Alberto De Bernardi e Alberto Preti, Bologna, Bononia University Press, 2017, pp. 462-463
  • Renato Sasdelli, Fascismo e tortura a Bologna. La violenza fascista durante il Regime e la RSI, Bologna, Pendragon, Istituto per la storia e le memorie del 900 Parri, 2017, pp. 129-165, 293-295