Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1944

Il rastrellamento di Cortecchio

Militi della Guardia Nazionale di Imola e Faenza e reparti tedeschi effettuano, sulla base di informazioni ricevute, un rastrellamento nella zona di Cortecchio, in comune di Castel del Rio al confine tra Emilia e Toscana, con l'obiettivo di catturare partigiani.

Il mattino del 23 febbraio una colonna GNR attacca un casolare semi diroccato del podere Albergo, alle pendici del monte Faggiola, dove da gennaio si è rifugiato un gruppo di "ribelli" al comando di Giovanni Nardi (Caio).

Una parte degli occupanti riescono ad allontanarsi. Rimangono solo quattro giovani, che si difendono disperatamente e colpiscono un brigadiere della GNR di Imola, Primo Brini.

Due di essi rimangono uccisi: Dante Cassani e Luigi Zauli. I loro corpi sono profanati e i loro effetti personali derubati. Gli altri due si arrendono e sono costretti a portare a valle il cadavere di Brini, camminando scalzi nella neve.

Una parte dei partigiani imolesi e faentini, sfuggiti al rastrellamento di Cortecchio, torneranno in primavera sul monte Faggiola, dando vita alla 4. Brigata Garibaldi, poi divenuta 36. Brigata "Alessandro Bianconcini".

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Targa in memoria della 36a Brigata Garibaldi A. Bianconcini sul Monte Faggiola Monumento della 36a Brigata Garibaldi A. Bianconcini sul Monte Faggiola Partigiani della 36a Brigata Garibaldi A. Bianconcini L

Approfondimenti:

La 36a Brigata Garibaldi Alessandro Bianconcini, a cura di Marco Orazi, Imola, Bacchilega, 2017, p. 9


Luigi Arbizzani, Antifascismo e lotta di liberazione nel Bolognese, comune per comune, Bologna, ANPI, 1998, p. 68


Luigi Arbizzani, Guerra, nazifascismo, lotta di liberazione nel Bolognese, luglio 1943-aprile 1945. Fotostoria, 5. ed., Bologna, Edizioni della Provincia, 2005, p. 15, 61 (foto dell' "Albergo")


Pier Giorgio Ardeni, Cento ragazzi e un capitano. La brigata Giustizia e Libertà Montagna e la Resistenza sui monti dell'alto Reno tra storia e memoria, con la collaborazione di Francesco Berti Arnoaldi Veli, Bologna, Pendragon, 2014, pp. 34, 50-52


Luciano Bergonzini, La svastica a Bologna, settembre 1943 - aprile 1945, Bologna, Il mulino, 1998, p. 103


Nazario Galassi, Partigiani nella linea Gotica, Bologna, University Press, 1998


La politica del terrore. Stragi e violenze naziste e fasciste in Emilia Romagna. Per un atlante delle stragi naziste in Italia, a cura di Luciano Casali e Dianella Gagliani, Napoli-Roma, L'ancora, 2008, p. 63


Adler Raffaelli, Guerra e liberazione: Romagna 1943-1945, Bologna, Editcomp, 1995, vol. 1: Storiografia, p. 109 (data cit.: 22 gennaio 1944)


Claudio Silingardi, Alle spalle della linea gotica. Storie, luoghi, musei di guerra e Resistenza in Emilia-Romagna, Modena, Artestampa, 2009, p. 200