Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1944

I paracadutisti tedeschi tentano di riprendere Monte Cerere

Dopo aver strappato agli Alleati Monte Castellaro il 28 novembre con un attacco a sorpresa, i tedeschi tentano di conquistare Monte Cerere (605 m), una delle cime che dominano la pianura padana sopra Castel San Pietro e punta estrema della "Winter Line".

Mirano inoltre a tagliare la cosiddetta "Boston Bye Way", l'unica via che consente agli americani una spola continua di rifornimenti tra le basi logistiche della valle dell'Idice e la zona di Monte Grande.

Tre compagnie della 1a Divisione paracadutisti, veterani di Montecassino, avanzano contemporaneamente verso la pieve di Monte Cerere, verso Cà Nuova e a sinistra su Frassineto.

Il guadagno di terreno è però molto ridotto e presto i tedeschi sono costretti a retrocedere per mancanza di scorte. I plotoni che le trasportano sono infatti decimati dai mortai inglesi.

L'assalto è inoltre contrastato efficacemente dai soldati dei reparti Argyll & Sutherland Highlanders dell'8a Divisione Fanteria Indiana.

I paracadutisti lasciano sul terreno un centinaio di morti. Per diversi giorni e diverse notti dopo la battaglia i barellieri continueranno a cercare feriti nei dirupi e nei calanchi sottostanti.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Monte Cerere - Castel San Pietro (BO) Punto di osservazione su Monte Cerere - Castel San Pietro (BO) Panorama dell Partigiani di ritorno da una missione sulle colline di Monterenzio - Fonte:... Soldati indiani dell L Soldato indiano in forza all Elmetto di paracadutista tedesco - Museo Gotica - Ponzalla di Scarperia (FI) Paracadutisti tedeschi in azione sulla Linea Gotica - Museo Gotica - Ponzalla... Monumento ai difensori di Monte Cerere - Castel San Pietro (BO) La "Boston by Way" era la strada utilizzata dagli inglesi per rifornire le... Residuati bellici a Monte Grande - Castel San Pietro (BO)

Approfondimenti:

Vito Paticchia, Marco Boglione, Sulle tracce della Linea Gotica. Il fronte invernale dal Tirreno all'Adriatico in 18 tappe, Saluzzo, Fusta editore, 2011, p. 183