Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1944

Grande rastrellamento contro la brigata Stella Rossa

Il 20 maggio una squadra di partigiani assale la caserma dei carabinieri di Marzabotto, uccidendo due militari e mettendo in fuga gli altri. Il 25 maggio alcuni soldati tedeschi del 131° Reggimento artiglieria contraerea scompaiono nei pressi di Vado, probabilmente catturati dai partigiani.

Dall'alba del 28 maggio la zona di operazione della brigata Stella Rossa, sull'acrocoro montano tra le valli del Reno e del Setta, è oggetto di un grande rastrellamento nazifascista.

Dopo aver piazzato batterie di cannoni a Cà di Bocchino, sulla strada di Monzuno, i tedeschi, affiancati da reparti fascisti, iniziano a salire da Monte Abelle verso Monte Sole. Per tre giorni le formazioni partigiane sono impegnate in combattimenti.

La brigata Stella Rossa, forte di oltre 300 uomini bene armati (anche a seguito di lanci alleati) sostiene una serie di attacchi e contrattacchi tra monte San Silvestro, Caprara e San Martino, mettendo in fuga i tedeschi e i fascisti, inseguiti fino sul ponte della Direttissima.

Più di cinquanta case coloniche sono date alle fiamme. Nelle località Puzzola e Casa del Sarto sono fucilati quattro partigiani e rastrellati numerosi civili. Undici di essi verranno passati per le armi nei pressi di San Luca.

Al termine della battaglia il grosso della brigata, al comando di Mario Musolesi (Lupo), riesce a trasferirsi in modo ordinato alla Quercia e lì guada il Setta con una lunga fila indiana, mettendosi in salvo al confine con la Toscana, fuori del perimetro del rastrellamento.

La Stella Rossa ritornerà più avanti, spinta anche dalla necessità di migliori fonti di rifornimento, nel basso Appennino, insediandosi a ovest del Reno, oltre Marzabotto.

Negli stessi giorni dell'attacco alla Stella Rossa, un'altra grande brigata partigiana, la 36a Garibaldi operante nell'imolese, sarà oggetto di un vasto rastrellamento nazifascista nella zona del monte Carzolano. Esso durerà tre giorni senza produrre alcun risultato.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Mario Musolesi (Lupo) comandante della Brigata Stella Rossa Ex partigiani della Stella Rossa nel dopoguerra Ex partigiani della Stella Rossa nel dopoguerra Partigiano della Stella Rossa raffigurato nel sacrario di Marzabotto Lapide in memoria di Mario Musolesi (Lupo) nel sacrario di Marzabotto Partigiani della Brigata Stella Rossa Bandiera dell Commemorazione della Brigata Stella Rossa a Vado-Monzuno (BO) - 2013 Commemorazione della Brigata Stella Rossa a Vado-Monzuno (BO) - 2013 Targa ricordo di Mario Musolesi (Lupo) a Cà Veneziani di Vado residenza...

Approfondimenti:

  • Marco Andreucci, Vergato 1943-45. Memorie di guerra dei parroci del Reno, Vergato, Comune di Vergato, stampa 1994, pp. 34-35
  • Luigi Arbizzani, Antifascismo e lotta di liberazione nel Bolognese. Comune per comune, Bologna, ANPI-Bologna, stampa 1998, p. 123
  • Luigi Arbizzani, Guerra, nazifascismo, lotta di liberazione nel Bolognese, luglio 1943-aprile 1945. Fotostoria, 5. ed., Bologna, Edizioni della Provincia, 2005, p. 17
  • Luca Baldissara, Paolo Pezzino, Il massacro. Guerra ai civili a Monte Sole, Bologna, Il Mulino, 2009, p. 55 sgg.
  • Luciano Bergonzini, La svastica a Bologna, settembre 1943 -aprile 1945, Bologna, Il mulino, 1998, pp. 104-105
  • Umberto Crisalidi, La brigata Stella Rossa Lupo, in: Nazario Sauro Onofri, Marzabotto non dimentica Walter Reder, 2. ed., Bologna, Grafica Lavino, 1986, pp. 160-161
  • Umberto Crisalidi, Da Sasso M. a Pietramala operò la "Stella Rossa", in "Resistenza oggi Bologna", 40. della lotta di liberazione, Bologna, a cura dell'ANPI provinciale, 1984, pp. 54-56
  • Mirco Dondi, Marzabotto, la Stella Rossa, la strage, la memoria, in: La montagna e la guerra. L'Appennino bolognese fra Savena e Reno 1940-1945, a cura di Brunella Dalla Casa e Alberto Preti, San Giovanni in Persiceto, Aspasia, 1999, pp. 285-342
  • Domenico Galeotti, Fu guerra in casa nostra. Linea Gotica, Casalecchio di Reno, Pieffepi, 2007, p. 37
  • Renato Giorgi, Marzabotto parla, prefazione di Giuseppe Dozza, 3. ed., Bologna, A.N.P.I., 1991
  • Lutz Klinkhammer, Stragi naziste in Italia. La guerra contro i civili, 1943-44, Roma, Donzelli, 1997, pp. 109-118
  • Giampietro Lippi, La Stella Rossa a Monte Sole. Uomini, fatti, cronache, storie della brigata partigiana Stella Rossa Lupo Leone, Bologna, Ponte nuovo, 1989, pp. 95-98
  • 40°: 1945-1985. Alba di libertà, Bologna, ANPI provinciale, 1985, p. 16
  • La Resistenza a Bologna. Testimonianze e documenti, Bologna, Istituto per la storia di Bologna, 1967-1980, vol. 5., pp. 267-320
  • La Resistenza, il fascismo, la memoria. Bologna 1943-1945, a cura di Alberto De Bernardi e Alberto Preti, Bologna, Bononia University Press, 2017, pp. 83-84, 107-108

Internet: