Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1944

Esecuzioni e torture a Colle Ameno

Tra il 6 ottobre e la fine di dicembre oltre 20 persone sono uccise e seppellite dalle SS tedesche a Colle Ameno, nei pressi di Pontecchio Marconi, dove è allestito il campo di smistamento per prigionieri civili "Z-G" (Zivil Ghegagener), al comando del sergente Friedrich Brotschy (Fritz).

La grande villa costruita dal senatore Filippo Ghisilieri nel XVIII secolo - conosciuta volgarmente come la Ghisiliera - è stata utilizzata dalla Lufthansa come base logistica e in seguito come ospedale militare.

In questo periodo i sotterranei vengono trasformati in prigione e in luogo di tortura per oltre 400 uomini rastrellati dai Tedeschi al di qua della Linea Gotica, tra Loiano e Porretta.

Dopo pochi giorni di detenzione in condizioni disumane, i prigionieri sono in parte trasferiti a Bologna alle Caserme Rosse e alla caserma di artiglieria di porta d'Azeglio e quindi deportati in Germania o utilizzati in loco dalla organizzazione Todt.

Nel 700 e nell'800 la villa di Colle Ameno, tra le più grandi del contado bolognese, fu centro di feste, accademie, recite teatrali. Il senatore Ghisilieri vi teneva una preziosa collezione di medaglie, mentre nel borgo funzionava una rinomata tipografia e una fabbrica di maioliche. I magazzini contenevano una raccolta completa di tutte le macchine agricole in uso all'epoca.

Durante l'occupazione tedesca, dalla bella cappella barocca dedicata a San Pio V, che al contrario della villa sopravviverà al conflitto, vengono portate all'aperto alcune statue di santi e usate come bersaglio, mentre le statue dei fattori di casa Ghisilieri sono appese come monito per i prigionieri.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Lapide ricordo dei martiri di Colle Ameno Il borgo di Colle Ameno Il borgo di Colle Ameno Il borgo di Colle Ameno Un laboratorio artigianale a Colle Ameno Il borgo di Colle Ameno

Approfondimenti:

  • Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel Bolognese, 1919-1945, Bologna, Comune – ISREBO, vol. I, Nazario Sauro Onofri, Bologna dall'antifascismo alla Resistenza, 2005, p. 89
  • Luigi Arbizzani, Prima degli Unni a Marzabotto, Monzuno, Grizzana. Uomini, luoghi ed altro dal '900 agli eccidi nazifascisti del 1944, il post-liberazione e il ricordo, Bologna, Grafis, 1995, p. 136 (foto)
  • Luciano Bergonzini, La svastica a Bologna, settembre 1943 - aprile 1945, Bologna, Il mulino, 1998, p. 197
  • Umberto Beseghi, Castelli e ville bolognesi, Bologna, Tamari, 1957, pp. 80-83
  • Bologna visitata in bicicletta, a cura del del Monte Sole Bike Group, Ozzano Emilia, Arti Grafiche Reggiani, 1999, pp. 240-242
  • Colle Ameno. Millenovecento44, Sasso Marconi, Circolo Filatelico Guglielmo Marconi, 2005 (Numero monogr. di "Sasso & dintorni. Trimestrale di cultura, storia locale, enogastronomia e turismo", n. 19)
  • Graffiti di memoria. Colle Ameno dall'utopia alla prigionia, a cura di Cinzia Venturoli, Sasso Marconi, Comune di Sasso Marconi, 2007
  • Valeria Lenzi Bonfiglioli, Bologna dalla parte della collina. 15 facili e interessanti itinerari guidati, Masera di Padova, Tamari Montagna Edizioni, 2010, pp. 165-167
  • La montagna e la guerra. L'Appennino bolognese fra Savena e Reno, 1940-1945, a cura di Brunella Dalla Casa e Alberto Preti, San Giovanni in Persiceto, Aspasia, 1999
  • Piero Paci, La tipografia di Colle Ameno: libri da una collezione privata, in: "La Torre della Magione", 3 (2012), p. 11
  • Toni Rovatti, La violenza della guera civile: esecuzioni, rappresaglie, stragi, in: La Resistenza, il fascismo, la memoria. Bologna 1943-1945, a cura di Alberto De Bernardi e Alberto Preti, Bologna, Bononia University Press, 2017, p. 513

  • Sasso Marconi, 1944-1945, Sasso Marconi, Circolo filatelico G. Marconi, 2001, pp. 28-29
  • Touring club italiano, Emilia Romagna. Itinerari nei luoghi della memoria, 1943-1945, Milano, TCI, Bologna, Regione Emilia-Romagna, 2005, p. 29
  • Ezio Trota, Carlo Mondani, Vittorio Lenzi, Gli anni di guerra fra Reno e Panaro, (1943-1945), Modena, Il fiorino, 2003, p. 52
  • Cinzia Venturoli, La guerra sotto il Sasso. Popolazione, tedeschi, partigiani, 1940-1945, San Giovanni in Persiceto, Aspasia, 1999