Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1944

Esecuzione di tre contadini a Castel d'Aiano

Il 22 aprile la 1a Compagnia Arditi del Battaglione “Raspadori” della G.N.R., comandata dal capitano Pifferi, assieme a militi della G.N.R. di Montese e di Vergato, compie un rastrellamento a Ranocchio di Montese (MO).

Nell'azione vengono catturate varie persone. Tre contadini - Fulgenzio Baccolini, Mario Mezzadri e Faustino Pini - sono trattenuti con l'accusa di aver aiutato i partigiani e nascosto dei prigionieri alleati.

Il giorno seguente i tre sono condotti a Castel d'Aiano, dove vengono interrogati e malmenati. Nella piazza del paese è schierato il plotone d'esecuzione. I fedeli che escono dalla messa domenicale sono costretti ad assistere alla fucilazione.

I fascisti impongono di lasciare esposti i corpi fino al tramonto, perché tutti vedano la fine prevista per i "traditori della patria".

L'episodio suscita una grande impressione e lascerà un ricordo indelebile nella mente dei testimoni.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

Luigi Arbizzani, Antifascismo e lotta di Liberazione nel Bolognese. Comune per comune, Bologna, ANPI, 1998, p. 66


Goffredo Gaggioli, La tua mano sulle mie mani. Un segretario comunale con la sua coraggiosa moglie sulla Linea gotica durante il conflitto mondiale, Bologna, Ponte nuovo, 1988


Istituto tecnico commerciale Luigi Fantini di Vergato, Esplorando il passato. Testimonianze e documenti della Seconda guerra mondiale raccolti dalla 2. B. Anno scolastico 1988-89, Quarto Inferiore, Litografia Artgraf, 1989