Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1944

Eccidio di Labante

Il 26 settembre alcuni soldati tedeschi del SS-Pionier-Bataillon 16, che hanno compiuto una razzia di bestiame a Labante, nel comune di Castel d'Aiano, mentre scendono sulla strada per Vergato subiscono una sparatoria proveniente da un bosco vicino.

Si tratta probabilmente di partigiani del gruppo “Pilota” di Gino Costantini, che in questo periodo è attivo nella zona (Zanini). Lo scontro a fuoco si protrae per alcune ore. Ritirandosi i tedeschi uccidono un contadino, intento a lavorare nel suo campo.

Il risposta all'agguato, il 28 settembre a Campidello di Labante, nei pressi del torrente Aneva, le SS uccidono con raffiche di mitra e lanci di bombe a mano sette componenti della famiglia del colono Aldo Maldini, poi fanno saltare la casa con la dinamite seppellendo i cadaveri.

Lo stesso giorno a Cà Nuccia uccidono un colono in bicicletta, che non si è fermato al loro alt. Altre esecuzioni, con incendi di case contadine, avvengono nei giorni successivi in località vicine.

Un rapporto dell'Armee-Oberkommando 14 parla di due case fatte saltare e 15 “sospetti di appartenere alle bande” fucilati.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

La lapide ricorda le vittime delle rappresaglie nazifasciste avvenute nel...

Localizzazioni:

Google Maps

Approfondimenti:

Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel Bolognese, 1919-1945, vol. 1: Nazario Sauro Onofri, Bologna dall'antifascismo alla Resistenza, Bologna, Comune-ISREBO, 2005, p. 380


Pier Giorgio Ardeni, Cento ragazzi e un capitano. La brigata Giustizia e Libertà Montagna e la Resistenza sui monti dell'alto Reno tra storia e memoria, con la collaborazione di Francesco Berti Arnoaldi Veli, Bologna, Pendragon, 2014, p. 257


Deputazione Emilia Romagna per la storia della Resistenza e della guerra di liberazione, L'Emilia Romagna nella guerra di liberazione, vol. 1: Luciano Bergonzini, La lotta armata, Bari, De Donato, 1975, p. 74


La Resistenza a Bologna. Testimonianze e documenti, a cura di Luciano Bergonzini, Bologna, Istituto per la storia di Bologna, 1980, vol. 5., p. 336


Massimo Turchi, La Linea Gotica e le stragi. Il fronte di guerra nell'Appennino bolognese, modenese e pistoiese. Cà Berna e Ronchidoso due stragi, Civitavecchia, Prospettiva editrice, 2008


Dario Zanini, Marzabotto e dintorni, 1944, Bologna, Ponte nuovo, 1996, pp. 517-518