Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1944

Distruzione di Vado

Dall’inizio del 1944 gli Alleati, forti di una incontrastata supremazia aerea, bombardano le vie di comunicazione a sud di Bologna per interrompere il flusso dei rifornimenti all’esercito tedesco.

Particolarmente prese di mira sono le infrastrutture (ponti e stazioni) della linea ferroviaria Direttissima verso Firenze. Il 10 maggio una formazione di fortezze volanti colpisce il ponte di Vado, facendo dieci vittime tra i civili.

Nuovamente attaccato il giorno successivo, il paese è praticamente raso al suolo. Il ponte semidistrutto sarà da questo momento riattivato sistematicamente dal genio tedesco, con grandiose strutture in ferro, sfruttando i rastrellati e i prigionieri italiani, russi e polacchi.

La località di Vado subirà fino al 25 aprile 1945 ben 63 incursioni, meritando l’appellativo di "piccola Cassino del Nord".

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Il ponte della Direttissima a Vado Il paese di Vado sotto il ponte della ferrovia Direttissima Il fiume Reno e il paese di Vado dal ponte della Direttissima Vado - Monumento ai caduti Vado - Monumento ai caduti - particolare

Approfondimenti:

  • Luigi Arbizzani, Guerra, nazifascismo, lotta di liberazione nel Bolognese, luglio 1943-aprile 1945. Fotostoria, 5. ed., Bologna, Edizioni della Provincia, 2005, p. 119 (foto)
  • Guerra e Resistenza sulla Linea Gotica tra Modena e Bologna, 1943-1945, a cura di Vito Paticchia, Modena, Artestampa, 2006, p. 77
  • Giampietro Lippi, La Stella Rossa a Monte Sole. Uomini, fatti, cronache, storie della brigata partigiana Stella Rossa Lupo Leone, Bologna, Ponte nuovo, 1989, p. 95 (cita: 18 maggio 1944)
  • Renato Mazzanti, E Vado andò in frantumi. Interminabile martirio sotto le bombe, in "Savena, Setta, Sambro. Periodico semestrale di storia, cultura, e ambiente", 16 (1999), pp. 31-37
  • Renato Mazzanti, Questo era Vado prima delle bombe. Nel maggio del '44 la distruzione, in "Savena, Setta, Sambro. Periodico semestrale di storia, cultura, e ambiente", 8 (1995), pp. 94-98
  • Renato Mazzanti, Giorgio Quadri, Il nostro Vado, Monzuno, Gruppo di Studi Savena Setta Sambro, 2007
  • Vado 1945. La piccola Cassino del Nord, in "Sasso e Dintorni", 23 (2007), pp. 108-115 (tratto da: R. Mazzanti, G. Quadri, Il nostro Vado ... cit.)