Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1944

La "notte dei bengala"

Numerosi bombardieri Liberator e Wellington del 205 Gruppo della RAF, partiti dalle loro basi in Puglia, compiono un pesante bombardamento notturno su Bologna, che sarà chiamata la “notte dei bengala”.

La forza d'attacco è costituita da tre gruppi di aerei, al seguito di un pathfinder, cioè un veivolo incaricato di individuare il bersaglio dell'azione.

Al primo gruppo appartengono gli aerei "illuminatori", che lanciano numerosi bengala per rischiarare l'area. I bolognesi ricorderanno “il mondo che si incendiava con tutti 'sti bagagli che venivano giù”.

Seguono i "segnalatori", che sganciano spezzoni incendiari di vari colori, chiamati Target Indicators, indicatori di bersaglio. Infine giungono i veri e propri bombardieri.

Prima del lancio delle bombe vere due Liberator sudafricani rovesciano sulla città migliaia di volantini destinati alla guerra psicologica.

Gli ordigni cadono su numerose vie, provocando quasi cento morti. Il raid è particolarmente violento nella zona della Bolognina.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Franco Manaresi, Sotto le bombe, in "Bologna ieri, oggi, domani", 22 (1994), pp. 24-25
  • Gastone Mazzanti, Obiettivo Bologna "Open the doors: bombs away!". Dagli archivi segreti angloamericani i bombardamenti della 2. guerra mondiale, Bologna, Costa, 2001, p. 183 sgg.
  • Giacomo e Giuseppe Savini, Cinni di guerra. Memorie e fantasie dei bimbi che videro passare il fronte, Argelato, Minerva, 2020, p. 106, 129