Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1944

Assassinio di Bruno Tosarelli

Di ritorno da una riunione di comandanti partigiani, Bruno Tosarelli, responsabile del 6° raggruppamento SAP, è riconosciuto da militi fascisti nel centro di Bologna. Subito circondato e arrestato, viene brutalmente ucciso sul posto.

Operaio metalmeccanico, di famiglia antifascista - il padre Pietro sarà sindaco socialista di Castenaso nel dopoguerra - fin da giovanissimo ha svolto attività politica.

“Era un operaio cresciuto alla dura scuola della classe operaia e da quella educato a lottare e a credere nella redenzione del lavoro” (Broccoli).

Con il gruppo della Stellina partecipò a Castenaso alla raccolta fondi per il soccorso rosso. Nel 1930 venne arrestato e processato come membro dell'organizzazione comunista clandestina.

Nel 1937 raggiunse la Spagna e combatté nella Brigata Garibaldi con il grado di tenente, rimanendo ferito due volte. In seguito venne internato in vari campi di concentramento francesi. Tradotto in Italia nel 1941, fu condannato dal Tribunale Speciale a 15 anni di carcere.

Liberato nel luglio del 1943, ha partecipato alla riorganizzazione del PCI e dopo l'armistizio ha contribuito alla formazione dei primi gruppi gappisti e sappisti.

Nel maggio 1944, dopo l'arresto di Monaldo Calari, è diventato commissario politico della 63a Brigata Garibaldi Bolero, con la quale ha combattuto a Monte Vignola, Monte S. Pietro e Monte Capra.

Considerato “fulgido esempio di fede e di eroismo”, nel dopoguerra gli sarà assegnata la Medaglia d'Oro al V.M.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

Andrea Benetti, Luigi Broccoli, Giorgio Ognibene, Castenaso: un contributo per la conquista della libertà e della democrazia, Bologna, A.P.E., 1975, p. 107, 195


Armide Broccoli, La resa dei conti, Milano, Vangelista, 1975, pp. 181-182


 

Elio Cicchetti, Il campo giusto, 3. ed., Milano, La Pietra, 1973, pp. 18, 34-35


Dalla guerra al boom. Territorio, economia, società e politica nei comuni della pianura orientale bolognese, vol. 1: Mauro Maggiorani, Marzia Marchi, Il territorio e la pianificazione. Continuità e mutamenti, San Giovanni in Persiceto, Aspasia, 2004, p. 126


La politica del terrore. Stragi e violenze naziste e fasciste in Emilia Romagna. Per un atlante delle stragi naziste in Italia, a cura di Luciano Casali e Dianella Gagliani, Napoli, Roma, L'ancora, 2008, p. 337