Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1944

Assalto al Distretto militare di Bologna

Una squadra di sappisti del rione Tripoli di Casalecchio di Reno, assieme ad alcuni componenti della 7a GAP e della 63a Brigata Garibaldi, compie una clamorosa azione dimostrativa contro il Distretto Militare di Bologna, trasferito in una delle caserme della Bastia nel rione Croce.

Con la complicità di un militare in servizio in contatto con il Cumer, che fa entrare i partigiani in piena notte, viene immobilizzato il Corpo di Guardia, sottratta una cassa di documenti e trafugati molti timbri e denaro, oltre che un buon numero di armi.

I circa cento ufficiali e soldati del Distretto vengono fatti scendere dalle brande e radunati in un grande stanzone, dove il comandante partigiano Ildebrando Brighetti (Brando), responsabile della IV Zona, tiene un breve discorso, incitando i militari a continuare la lotta contro i tedeschi.

Al termine il falso annuncio che la caserma è minata provoca un fuggi fuggi generale. Dopo questa azione almeno quattro reclute abbandonano la divisa e passano al movimento partigiano.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Antifascismo e resistenza a Casalecchio di Reno. Documenti e testimonianze, a cura di Graziano Zappi (Mirco), Bologna, Libreria Beriozka, 1988, pp. 175, 180-181
  • Adolfo Belletti, Dai monti alle risaie. 63a Brigata Garibaldi Bolero, Bologna, Arte stampe, 1968, p. 92
  • Willy Beckers, Banden! Waffen raus! L'ultimo inverno di lotta partigiana nella collina bolognese, Bologna, ALFA, 1965, p. 10