Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1943

Don Gavinelli assegnato al confino

Don Antonio Gavinelli (1885-1968), parroco del santuario del Sacro Cuore e creatore dell'Opera salesiana, è arrestato per avere stampato e diffuso un volantino contro la guerra. Sarà assegnato per tre anni al confino, da scontarsi nel convento di San Francesco a Castelvecchio Subequo (AQ).

Tempo prima è stato ammonito per aver fatto stampare, in uno dei suoi foglietti domenicali, questa frase: “Né il fascismo né il comunismo salveranno l'Italia, ma piuttosto la Fede”. Lo scritto era stato portato nella sede del gruppo rionale “Nannini”, posto proprio di fronte alla sua chiesa.

Pur liberato il 30 luglio, dopo la caduta del fascismo, il sacerdote rimarrà lontano da Bologna durante i mesi dell'occupazione nazifascista, e rientrerà definitivamente nel maggio 1945.

Nel dopoguerra riparerà per la seconda volta (dopo il crollo del 1929) la cupola del santuario e ricostruirà la parte dell'Istituto Salesiano danneggiata dai bombardamenti.

Nel 1948 realizzerà l'orfanotrofio di Castel de' Britti e negli anni Sessanta farà erigere dall'arch. Vaccaro la chiesa di San Giovanni Bosco nella periferia orientale della città.

Il 14 maggio 2017, davanti al Sacro Cuore sarà inaugurata una statua in bronzo in suo onore - il primo monumento di strada della città - opera del prof. Luigi Enzo Mattei.

Il 29 maggio 1943 anche Don Giuseppe Fornasini, parroco di Marzabotto, è assegnato al confino per “disfattismo politico”.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

parroco del Sacro Cuore - L.E. Mattei - via Matteotti (BO) Monumento a don A. Gavinelli parroco del Sacro Cuore - L.E. Mattei - via... Monumento a don A. Gavinelli  - L.E. Mattei - di fronte la chiesa del Sacro...

Approfondimenti:

Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel Bolognese, 1919-1945, vol. 1., Nazario Sauro Onofri, Bologna dall'antifascismo alla Resistenza, Bologna, Comune-ISREBO, 2005, p. 363


Alessandro Ferioli, I bombardamenti su Bologna (1943-1945) e l'opera salesiana: distruzione e costruzione, in: "Ricerche storiche salesiane", 2 (2006), pp. 369-370