Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1942

L'Ammasso Canapa

L’Impresa Toschi inizia alla Beverara, per conto dell’Ente Fibre Tessili di Roma, la costruzione dell'Ammasso Canapa, vasto complesso di edifici per la raccolta e lo stoccaggio di lavorati o semilavorati di canapa, destinati ai mercati italiani e esteri.

Gli ammassi canapa sono obbligatori dal 1936 e diversi centri sono sorti nella pianura emiliana. La produzione di questa fibra tradizionale è particolarmente tutelata dopo la crisi internazionale del 1929.

Nel 1931 è stata istituita la Federazione nazionale dei Consorzi per la difesa della Canapicoltura e nel 1932 sono sorti i Consorzi provinciali.

Il progetto dell'Ammasso bolognese è dell'architetto Francesco Santini (1904-1976), che fin dal 1941 ha curato la sistemazione urbanistica della "zona della canapa"; la direzione lavori è dell'ing. Umberto Lodi.

Il centro è composto di quattro capannoni, con pensiline su tre lati e una lunga palazzina perpendicolare alla via della Beverara. I lavori, sospesi negli anni della guerra, saranno ripresi e completati negli anni 1946-47.

Le previste coperture a volta saranno sostituite da capriate prefabbricate con tiranti in acciaio, una soluzione strutturale interessante per la sua leggerezza.

Gli edifici dell'Ammasso Canapa di Bologna saranno demoliti negli anni 2000, per far posto a nuove costruzioni residenziali e commerciali.

Rimarrà in piedi, invece, il complesso di San Giorgio di Piano, costruito nel 1936. Dopo la soppressione del
Consorzio nazionale della canapa passerà alla Regione Emilia-Romagna e dal 1994 ne ospiterà l'archivio storico.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

L

Approfondimenti:

  • Mauro Dorigo, Bologna scomparsa. L’Ammasso Canapa in via della Beverara, in: "La Torre della Magione", 1 (2013), pp. 13-15
  • Mauro Dorigo, Cantieri edili a Bologna, e non solo, a cavallo della seconda guerra mondiale. Raccolta di foto e documenti di un capocantiere edile (1906-1988) integrati con ricordi di fatti, vita, costume, luoghi e persone, Bologna, Costa, 2012, pp. 59, 74-78
  • Giorgio Pedrocco, Arretratezza e modernizzazione delle campagne emiliane negli anni tra le due guerre mondiali, in: Da Piacenza a Ferrara: i contadini di Paul Scheuermeier, a cura di Claudia Giacometti, Giorgio Pedrocco, Massimo Tozzi Fontana, Bologna, Compositori, 2012, pp. 40-41

  • Una fibra versatile. La canapa in Italia dal Medioevo al Novecento, a cura di Carlo Poni, Silvio Fronzoni, Bologna, Clueb, 2005
  • Tra passione e professione. Il lavoro della canapa nelle fotografie di un cicloturista: Antonio Pezzoli (1870-1943), a cura di Angela Tromellini, Stefano Pezzoli, Silvio Fronzoni, Bologna, Compositori,  2001, pp. 105-144