Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1940

I libri di pregio della Biblioteca Universitaria trasportati nella Badia di Torrechiara

In attuazione delle disposizioni di protezione delle cose di interesse artistico e bibliografico, i libri rari e i cimeli della Biblioteca Universitaria sono trasportati con un autotreno a copertoni piombati e ricoverati presso la Badia di Santa Maria della Neve a Torrechiara di Langhirano, in provincia di Parma.

Nei mesi successivi arriveranno alla Badia manoscritti e libri di molte biblioteche regionali, tra le quali la biblioteca “Vittorio Putti” dell'Istituto Rizzoli e alcune edizioni rare e preziosi manoscritti dell'Archiginnasio, tra cui 34 lettere autografe di Galileo Galilei e le note di Luigi Galvani sull'elettricità .

Nell'estate del 1944, con l'avvicinarsi del fronte, un certo numero di libri del Rizzoli e dell'Universitaria rientreranno fortunosamente a Bologna. La maggior parte delle casse di volumi tipo B della Biblioteca Universitaria (non di pregio ma di grande interesse culturale) sarà riportata in sede nel luglio 1945 con l'aiuto del Comando militare alleato.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Paola Monari, La Biblioteca Universitaria di Bologna 1935-1945. Un racconto di guerra, in Bologna in guerra. La città, i monumenti, i rifugi antiaerei, a cura di Luca Ciancabilla, Argelato, Minerva, 2010, pp. 67-85
  • Touring club italiano, Emilia Romagna. Itinerari nei luoghi della memoria, 1943-1945, Milano, TCI, Bologna, Regione Emilia-Romagna, 2005, p. 19