Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1940

Esplosione alla polveriera di Marano

Uno scoppio nello stabilimento ausiliario della polveriera Baschieri e Pellagri, a Marano di Castenaso, provoca decine di morti e feriti.

Le fiamme e il fumo sono visibili da molti chilometri di distanza. Tra le vittime vi sono anche due pompieri del distaccamento di Budrio e uno di Medicina: nuove, micidiali esplosioni avvengono infatti mentre le squadre di soccorso si adoperano tra le macerie.

Il numero esatto delle vittime non verrà mai reso noto dalle autorità. Anzi per molto tempo, con la scusa del segreto militare, non sarà reso noto ufficialmente nemmeno il luogo esatto della tremenda esplosione, udita da tutti i bolognesi.

Lo stesso giorno dell'incidente i feriti ricoverati all'ospedale ricevono la visita di Benito Mussolini.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Tomba monumentale a ricordo delle vittime dello Stabilimento di Marano nel... Tomba delle vittime dello Stabilimento di Marano - particolare Monumento alle vittime della polveriera di Marano - particolare La polveriera Baschieri e Pellagri di Marano di Castenaso

Approfondimenti:

  • Bologna in cronaca. Notiziario cittadino del nostro secolo, 1900-1960, a cura di Tiziano Costa, Bologna, Costa Editore, 1994, p. 107
  • I giorni di Bologna Kaputt, a cura di Luca Goldoni, Aldo Ferrari, Gianni Leoni, Bologna, Edizioni Giornalisti associati, 1980, p. 12
  • Castenaso dal Risorgimento alla Resistenza, Castenaso, Comune, 1984, p. 41
  • Tiziano Costa, Bologna prima, durante e dopo la Liberazione, Bologna, Costa, 2015, p. 36
  • Tiziano Costa, Il secolo scorso a Bologna. Storia e vita del Novecento, Bologna, Costa, 2006, p. 124
  • Giuliano Musi, I punpir ed Bulaggna. I pompieri di Bologna, Bologna, Minerva, 2013, pp. 50-52
  • Estella Trigari, "Scoppiò il polverificio, mi cadde addosso il mondo", in Iniziativa e memoria storica nel 50. della Resistenza e della lotta di liberazione. Partigiani ieri anziani oggi, a cura di Remigio Barbieri e Giancarlo Grazia, Bologna, Editrice della sicurezza sociale, 1996, pp. 217-218