Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1939

Pubblicato l'elenco delle aziende appartenenti a ebrei

Il Consiglio provinciale delle Corporazioni di Bologna pubblica un elenco di aziende industriali e commerciali di Bologna “appartenenti a cittadini di razza ebraica”. Sono elencate 56 ditte, la maggior parte delle quali operano con pochi dipendenti nel settore del commercio.

Tra le aziende più grandi vi è la Casa di cura Villa Bianca, del dott. Attalo Muggia, la fabbrica di acque minerali e gassose di Italo Samaja, la ditta Usiglio e Focherini, che produce impianti di riscaldamento e le ditte “Labora” e Bianco per la confezione di borsette.

Non sono comprese nell'elenco aziende un tempo intestate a ebrei, che nel 1938, con le leggi razziali, hanno cambiato ragione sociale, come l'azienda A.C.I.P., già pellicceria Cohen, con negozio in via Indipendenza.

La Zabban Farmaceutici (dei fratelli Gino e Filippo Zabban), attiva a Bologna dal 1895, è invece iscritta nelle aziende con più di cento dipendenti, che dal '38 sono state commissariate.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

Nazario Sauro Onofri, Ebrei e fascismo a Bologna, Crespellano, Grafica Lavino, 1989, pp. 246-252


Lucio Pardo, Carolina Delburgo, Barbarie sotto le due torri. Leggi razziali e Shoah a Bologna, s.l., s.e., 2018, p. [27]